Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arrestati i killer di Montespaccato

accusati di omicidio premeditato

La squadra mobile di roma, sezione omicidi, ha arrestato quattro persone, tre romani e un uomo di origine sarda ritenuti responsabili dell’omicidio dell’albanese di 26 anni Zef Nikolli, ucciso la sera del 16 maggio scorso in un bar a montespaccato, in quell’occasione rimase ferito gravemente anche un altro albanese di 30 anni.

I quattro arrestati, Antonio e Claudio Buffone, Antonio Bocchino e Pietro Puddu hanno dai 32 ai 58 anni, sono del quartiere dove è avvenuto l’agguato, a poche centinaia di metri dal bar “La palma” di via Gattinara, vicino via Cornelia. Uno degli arrestati: claudio buffone è socio di un’associazione per il recupero dei detenuti mentre antonio bocchino è titolare del bar “toto”, sempre nella zona. Tutti e 4 hanno precedenti penali e dovranno ora rispondere di omicidio premeditato e tentato omicidio.

La polizia non ha ancora piena certezza sul movente dell’omicidio, e’ certo che si e’ trattato  di un vero e proprio agguato in cui sono stati esplosi piu’ colpi di pistola e a sparare sono state almeno due persone. L’omicidio e’ sicuramente legato ad un altro agguato avvenuto vicino ad un altro bar della zona, il bar “Toto”, di proprieta’ di uno degli arrestati. In quell’occasione, il 14 maggio, fu accoltellato un ragazzo.

Gli inquirenti non esludono che dietro questa serie di aggressioni ci siano interessi legati alla droga, i due albanesi, infatti prima dell’agguato, erano stati a barcellona citta’ legata al commercio di stupefacenti.

[02-10-2008]

 
Lascia il tuo commento