Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Assolto parricida

uccise il padre a coltellate

Assolto, per aver commesso il fatto, per quanto incapace di intendere e di volere. E libero, perché non socialmente pericoloso.

Con una sentenza che desta non poche perplessità il GUP Maria Teresa Covatta ha prosciolto Luca Marano, il giovane che il 31 marzo dello scorso anno uccise a coltellate il padre Salvatore, di 56 anni, in seguito ad una lite.

A determinare il proscioglimento di Marano è stato l’esito di due perizie che hanno portato alle stesse conclusioni: ossia l’incapacità di intendere e di volere al momento del fatto.

“E’ stato un confronto tra uomini”: queste le parole dell’omicida all’indomani dei fatti. Luca Marano è stato poi detenuto prima nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa e, successivamente, in una casa di cura a Formia: ora tornerà libero perché non ritenuto socialmente pericoloso.

[02-10-2008]

 
Lascia il tuo commento