Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Festa del film di Roma

III edizione all'insegna del cinema italiano

 Ancora qualche giorno d’attesa e poi le luci si accenderanno di nuovo sulla festa internazionale del film di Roma. Il 22 ottobre prossimo, infatti, all’auditorium parco della musica il cinema tornerà ad animare le notti romane.

Attori nazionali e internazionali, registi, nomi celebri della cinematografia, non solo italiana, saranno i protagonisti di una "kermesse" artistica che per il terzo anno consecutivo promette il successo. Gli ingredienti di questa edizione sono ancora il connubio tra vocazione popolare e qualità culturale, una ricetta capace di attrarre sia i più consolidati cinefili sia coloro i quali si avvicinano al grande schermo per la prima volta. e le novità rispetto alle trascorse edizioni, sono diverse.

 Tra le architetture del festival internazionale del film quest’anno ci sarà una sola sezione ufficiale divisa in due voci: “anteprima” e “cinema 2008”. In quest’ultima 15 saranno i titoli, di cui 2 opere prime e 3 secondarie, in anteprima internazionale ed europea. Non solo. “L’altro cinema-Extra” è la terza sezione del festival ideata per chi cerca qualcosa di nuovo e diverso nel campo dell’audiovisivo. una quarta sezione e poi dedicata ai più giovani, “alice nella notte” proporrà film dei e per i ragazzi.

E poi ancora “l’occhio sul mondo focus” sezione pensata per cogliere frammenti significati della cultura di un paese e raccontati per mezzo di corto e lungometraggi, documentari, e testimonianze di vario genere. Ma le vere novità riguardano le piccole “trasgressioni” che l’organizzazione si è concessa rispetto alle due edizioni precedenti. Ad aprire il festival, infatti, quest’anno sarà una pellicola italiana, quella firmata Maria Sole Tognazzi dal titolo, “l’uomo che ama”. E poi ancora tanti altri titoli “nostrani” da “Galantuomini” con Donatella Finocchiaro, Fabrizio Gifuni, a “un gioco da Ragazze” diretto da Matteo Rovere, a “Parlami di me” film che vede alla regia per la prima volta Brando De Sica, dietro la macchina da presa intento a raccontare con i suoi occhi il padre Christian e il nonno Vittorio. Altro luogo comune sfatato dal festival è la presenza della commedia come genere cinematografico. Ce ne sarà, e anche molta, assicurano gli organizzatori. Il film cosiddetto d’autore proprio di ogni festival che meriti rispetto sarà al centro delle proiezioni ma non l’unico; fantasy, noir, musical, film romantici rivisitati in chiave contemporanea, come la “duchessa” saranno i cavalli di battaglia della festival internazionale del film di Roma e sottolineeranno come la traversata nei vari generi della cinematografia è parte strutturale di questa terza edizione.

[01-10-2008]

 
Lascia il tuo commento