Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Processo Reggiani

primo giorno di udienza

Prima giornata di udienza del processo a carico del 24enne romeno Romulus Nikolay Mailat, accusato di aver aggredito e ucciso Giovanna Reggiani lo scorso 30 ottobre nei pressi della stazione ferroviaria di Tor di Quinto.

Mailat è accusato di omicidio volontario e violenza sessuale. Le accuse si fondano in gran parte sulla testimonianza di una donna romena Emilia Neamtu, che segnalò per prima il luogo dove fu ritrovato il corpo della signora Reggiani e indicò il nome dell’assassino.

Testimonianza definita oggi, dall’avvocato dell’imputato Pietro Piccinini, “inattendibile”; secondo la difesa tutta la ricostruzione dei fatti presenterebbe numerosi dubbi e perplessità. Innanzitutto la pioggia che cadeva quel giorno, avrebbe impedito la visuale corretta alla supertestimone; la difesa poi ha sollevato perplessità sull’affidabilità delle dichiarazioni per via di un ricovero della donna avvenuto nel 2005 in un ospedale psichiatrico in Romania.

Ma ci sarebbero anche altri elemeti a suscitare incertezze, come l’assenza di tracce di sangue sugli abiti di Mailat e l’assenza di tracce biologiche sul cadavere e sui reperti.

L’accusa, sostenuta dal pm Maria Bice Barborini, ha invece ha sostenuto che “ci sono prove sufficienti contro Mailat”. Il dibattimento è stato rinviato a lunedì prossimo 29 settembre, quando ci sarà anche l’audizione della supertestimone.

 
 

[25-09-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE