Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mercato della droga in mano ai nomadi

arrestato boss bosniaco

E' finito in manette uno dei capi dell’organizzazione che gestiva il giro di droga dai campi nomadi romani, si chiama Safet Osmanovic, nomade bosniaco, il 39 enne si nascondeva in una villa ad Ardea. l’uomo era latitante dopo i 14 arresti della polizia nel corso dell’operazione “Coca gitana”.

Gli agenti venerdì scorso avevano scoperto un mercato di droga gestito soprattutto da famiglie nomadi, ma che per copertura utilizzavano corrieri italiani. importavano coca purissima dalla spagna per rivenderla su roma e sul litorale romano fino ad Aprilia; la merce arrivava via nave tramite corrieri da Barcellona o da Madrid. l’organizzazione criminale, composta soprattutto da nomadi, usava come base il campo di castel romano, sulla Pontina.

Giovedì invece i carabinieri avevano sgominato un’altra banda che si occupava di spaccio e traffico di cocaina, 43 arresti in tutto. anche in quel caso la maggior parte a finire in manette era di origine nomade, di nazionalità bosniaca o croata provenente dall’ex Jugoslavia.

 
TAG: droga
 

[22-09-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE