Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alitalia nel caos

''meglio falliti che questi banditi''

Cai ritira l'offerta per l'Alitalia. Scaduto alle 15 e 50 l'ultimatum lanciato ai sindacati, la Compagnia aerea italiana ha deciso di rinunciare all'unanimità al piano di salvataggio. La decisione è arrivata dopo la proposta ai soci avanzata in assemblea dal presidente Roberto Colaninno.

I dipendenti di Alitalia hanno assicurato che continueranno a lavorare, garantire la puntualità e la sicurezza dei voli, hanno assicurato che, anche se non riceveranno lo stipendio continueranno a lavorare.

Insomma all’indomani del ritiro dell’offerta della Cai c’è chi è preoccupato, chi è soddisfatto. Per i dipendenti Aliatalia si aprono nuove speranze, secondo alcuni, e secondo altri, invece, è l’inizio della fine.

Difficile capire quali saranno i prossimi passi nella vicenda dell’ex compagnia di bandiera. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi parla di “baratro” e da la colpa ai sindacati e all’opposizione; i rappresentanti degli entri locali Alemanno, Marrazzo e Zingaretti fanno fronte comune sulla scia della preoccupazione per i posti di lavoro a rischio e per l’economia cittadina.

Il sindaco chiede che sia riaperta la trattativa; gli fa eco il ministro del welfare Sacconi che a Cgil lancia l’appello “ripensateci”. Nel coro di voci c’è poi il commissario Fantozzi che dice che Alitalia andrà comunque avanti finchè ci sono i soldi, il che in linea teorica potrebbe essere per altri 6 mesi, visto che i debiti sono congelati cosi’ come il pagamento degli oneri sul debito.

In queste ore si valutano dunque le alternative: un nuovo piano di salvataggio da una parte, o la vendita a vettori stranieri. E’ questo il famoso piano B di cui parla lo stesso Governo, e che vede come interlocutori Luftansa e Air france. Se ieri si erano celati dietro un no comment stamattina lufthansa si è ufficialmente tirata fuori.

SONDAGGIO

 
 

[19-09-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE