Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Kung Fu Panda

di Mark Osborne e John Stevenson

di Marco Vitelli 

In un mondo dove gli animali sono antropomorfi, il goffo e ingordo Po (un panda) lavora come cameriere presso il ristorante del padre (un uccello) ma il suo sogno è diventare un maestro di kung fu.

Il nuovo film di animazione Dreamworks, diretto da Mark Osborne e John Stevenson, continua nel riciclare idee di altre pellicole, questa volta con più abilità che in precedenza, a parte uno smaccato plagio della SPOSA CADAVERE che lascia francamente interdetti.

La storia è tra le più classiche, con un inizio che richiama immediatamente GUERRE STELLARI - il predestinato dall’origine umile - e un proseguo che sembra ispirarsi ai MAGNIFICI SETTE. Graficamente il film è raffinato e abbastanza originale - meraviglioso il prologo in grafica 2D - sebbene le vette della concorrente Pixar siano, ancora una volta, lontane.

Ma evidenti sono anche le basse ambizioni del film, con una storia fin troppo schematica e piena di sequenze umoristiche e d’azione un po’ meccaniche, seppure talvolta irresistibili - su tutte, i tentativi di Po per imparare a combattere sfruttando la propria ingordigia -. Musiche questa volta anonime di Hans Zimmer e John Powell.

 

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[18-09-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE