Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Deprimente

Una Roma irriconoscibile perde 2-1 col Cluj. E' crisi.

Imbarazzante. Non ci sono altre parole per definire la Roma andata in scena stasera contro lo sconosciuto Cluj. Dopo i primi venti minuti (come con il Palermo) giocati discretamente, gli uomini di Spalletti spariscono dal campo e, nel complesso, il 2-1 va addirittura stretto ai romeni.

Totti parte dalla panchina, con Vucinic prima punta, mentre in difesa Cassetti viene schierato al fianco di Panucci, Tonetto fa l’ala sinistra e Baptista il trequartista. Nella prima parte di gara la Roma tiene in mano il gioco, ispirata soprattutto da Vucinic che detta i tempi in attacco. E’ proprio il montenegrino che, al 14’, sfiora il gol con un bel tiro al volo che lambisce il palo. Un minuto dopo, ancora Vucinic colpisce il palo con un bel gesto tecnico dopo un gran lancio di De Rossi. Il gol è nell’aria, e arriva al 17’: cross di De Rossi e colpo di testa vincente di Panucci sul primo palo in anticipo sul portiere. A questo punto, sembra di rivedere la partita col Palermo: il Cluj che guadagna metri, prova qualche conclusione da fuori, prende coraggio e la Roma che pian piano si disunisce. Fino al pareggio, che arriva al 27’, quando una delle conclusioni da fuori, invece, entra: è di Culio, perso da Taddei e non chiuso da Cassetti e Panucci. Nell’ultimo quarto d’ora si capisce che razza di partita sarà, con il Cluj che ci prova e la Roma che, per lunghe fasi, non riesce nemmeno a uscire dalla metà campo. Romeni a impensierire Doni al 39’: il portiere della Roma para su Dani a conclusione di un pericoloso contropiede. Negli ultimi minuti Panucci chiede il cambio, e verrà sostituito da Loria all’inizio della seconda frazione.

Il disastro si compie al 4’, con l’ennesimo pasticcio difensivo di Cassetti (da centrale decisamente meglio Loria, anche quello visto col Palermo) e ancora Culio a sfruttare con un gran sinistro al volo. Al 7’, il ritorno in campo di capitan Totti, al posto di Riise (prova mediocre), con Tonetto a fare il terzino e Vucinic l’ala. L’unica traccia di Baptista sulla gara è al quarto d’ora, con un colpo di testa che non vede la porta neanche da lontano. Al 19’, buon tiro di De Rossi dai 30 metri che sfiora l’incrocio dei pali. Nel complesso, però, quella che si vede è una Roma che non sa come muoversi, scollegata, lenta e con giocatori che sbagliano controlli e passaggi elementari. E’ anzi il Cluj a creare l’emozione più forte del secondo tempo, con una girata di testa di Peralta (ex Inter) da distanza ravvicinata che centra la traversa, a Doni battuto. Al 28’ ancora De Rossi conclude dal limite a botta sicura, ma il tiro è centrale e debole. Poi, va nel pallone anche Spalletti: la scelta è se inserire Montella come prima punta o Menez come ala. Ebbene, entra Montella a fare l’ala. La mossa, come prevedibile, non sortisce alcun effetto. Anzi, nel finale ad apparire decisamente più vivo è il Cluj, in contropiede.

E’ sicuramente il momento più delicato della gestione Spalletti, che dal canto suo, nel dopo-partita, lancia una frase che potrebbe anche avere più chiavi di lettura (“tutti devono allenarsi, se vogliono raggiungere la condizione”). Sul piano generale, sono confermate le perplessità del dopo-Palermo: Riise finora non ha impressionato, mentre Baptista (che oltretutto stasera ha giocato in quello che dovrebbe essere il suo ruolo definitivo) non ha capito nulla su cosa fare in campo. Menez, che tra i nuovi acquisti è parso il più convincente, è rimasto in panchina. E’ tutta la squadra, però, ad essere apparsa spaesata (e non per problemi fisici, a occhio), disordinata, senza carattere. I riflessi in Champions di questa sconfitta, infine, potrebbero essere pesanti: tre vittorie dovranno arrivare dalle due partite con il Bordeaux e dal ritorno col Cluj, senza appello e dando per proibitive le due sfide col Chelsea.

 

Simone Luciani

 

ROMA: Doni; Cicinho, Cassetti, Panucci (2' s.t. Loria), Riise (7' s.t. Totti); De Rossi, Aquilani; Taddei (32' s.t. Montella), Baptista, Tonetto; Vucinic. (Artur, Brighi, Menez, Okaka). All. Spalletti.CLUJ: Stancioiu; Tony, Cadù, Viera, Pereira; Dani, Muresan; Dubarbier (43' s.t. Panin), Trica (22' s.t. Peralta), Culio; Konè. (Nuno Claro, Alcantara, Deac, Didi, Diego Ruiz). All. Trombetta.

ARBITRO: Baskakov (Rus).

MARCATORI: Panucci (R) al 17', Culio (C) al 27' p.t.; Culio (C) al 4' s.t.

NOTE: spettatori 25 mila circa. Ammoniti Pereira, Cicinho, Peralta. Recupero 0' p.t., 4' s.t.

[16-09-2008]

 
Lascia il tuo commento