Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Virtus in ritiro a Folgaria

Gabini: ''sempre pił in alto''

Gabini GABINI, FAME DI ARRIVARE.... "SEMPRE PIU´ IN ALTO"

Lo scorso anno dalla tribuna i tifosi gli cantavano “Picchia Gabini”, per la sua grinta, la sua determinazione, la sua voglia di lottare sempre per ottenere la vittoria. E dopo due anni e mezzo con la stessa maglia, quest´anno “Gabo” dimostra ancora più voglia e fame di vittoria. Si vede dall´impegno che tutti i giorni mette negli allenamenti, dalla concentrazione in ogni singola seduta del ritiro a Folgaria, dalla grinta e dalla pressione che mette su ogni pallone anche nella partitella fra compagni a fine allenamento. Gabo è un lottatore, ma anche una persona solare e generosa, da buon argentino. Reduce dalla sconfitta subita questa mattina a Folgaria nella partita di calcio contro lo staff, la sua fame di vittoria si legge anche nelle parole che usa quando parla della nuova squadra e della stagione che la Virtus sta per affrontare.
Gabo, con questa nuova Virtus, secondo te si può arrivare “Sempre più in alto”, come recita lo slogan della campagna abbonamenti di quest´anno?
“Certamente. Ogni anno si fa un passo in avanti e anche quest´anno, allestendo questa squadra se n´è fatto un altro. A differenza dello scorso anno in questo stesso periodo, quest´anno la squadra è praticamente finita e poter lavorare tutti insieme sin dall´inizio è già un passo avanti. Abbiamo quindi iniziato bene e stiamo dando il massimo per affrontare al meglio la stagione”.
Quali sono le tue impressioni sui tuoi nuovi compagni di squadra?
“Mi piacciono molto. Sono tutti giocatori di gran talento, che hanno anche carattere e voglia di lavorare, pronti a sacrificarsi per la squadra, e oltretutto sembrano tutti bravi ragazzi. Ma hanno anche esperienza e tutti più o meno hanno già giocato in grandi squadre. E questo dice tutto”.
Credi che il tuo ruolo possa cambiare?
“Non so se cambierà. Quello che è certo è che io proverò a dare ancora di più dell´anno scorso. Sicuramente con un squadra con più giocatori, tutti talentuosi, la competizione sarà più alta, ma io sono contento di questo, perché vuol dire che la squadra è più forte e giocare in una squadra forte è il mio primo obiettivo, non ha importanza il minutaggio. Mi farò trovare pronto in qualsiasi momento, pronto a dare il mio contributo e tutto quello di cui avrà bisogno la squadra. Ma non mi immagino un ruolo o una posizione particolare. L´importante per me è giocare con la maglia della Virtus, in una squadra forte. La cosa più importante è che la squadra vinca”.
Quest´anno però il livello del campionato si è alzato…
“Si, squadre importanti si sono rinforzate, sono arrivati grandi giocatori e questo fa bene al basket italiano e a quello europeo. E´ piacevole giocare in una lega forte e competitiva, e avere pressione e agonismo in ogni gara”.
Qual è il messaggio che ti senti di dare ai tifosi della Virtus per la stagione che inizierà fra un mese?
“Dico loro di venire ad aiutarci a vincere tutte le partite, noi daremo il 100 % ma c´è bisogno anche dell´entusiasmo e della pressione del pubblico. Il pubblico di Roma, quando si fa sentire, riesce a fare paura all´avversario. Quello che ci piacerebbe è avere un pubblico così ogni domenica, così per le altre squadre sarà difficile vincere in casa nostra. Spero dunque che il pubblico e i tifosi ci accompagnino sempre, non solo nelle grandi occasioni, non solo nei momenti più facili: così riusciremo a fare bene tutti insieme, come una vera grande squadra”.

[06-09-2008]

 
Lascia il tuo commento