Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Blitz della polizia all'Esquilino

clandestini, degrado e abusivi

Dormivano stipati come le formiche, cittadini cinesi e coreani, in appartamenti dell’Esquilino, dove venivano praticate attività illecite, in condizioni igieniche disumane.

La scoperta l’hanno fatta gli agenti della Polizia di via Petrarca, che hanno eseguito controlli “palazzo per palazzo” tra piazza Vittorio e via Cairoli, setacciando anche 54 esercizi commerciali. L’operazione, che è durata  poco meno di una settimana, ha portato all’identificazione di 280 persone, 23 accompagnate all’ufficio immigrazione, 5 arresti e 8 denunce, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e riclicaggio di denaro.

“Abbiamo sequestrato 118 mila euro – ha detto Domenico Condello, Dirigente Commissariato Esquilino – di cui 34 mila ritrovati all’interno di scatole di scarpe”. In manette è finito anche un appartamento coreano, titolare di un affittacamere di circa 70 metri quadrati in cui alloggiavano 28 cinesi. Tra i denunciati, un odontotecnico italiano fornitore di vari studi dentistici di Roma, che aveva subaffittato il proprio laboratorio tre nuclei familiari di cinesi e un parrucchiere. L’uomo realizzava impianti e protesti dentarie tra resti cibo scaduto, bombole del gas e rifiuti di ogni tipo. Gli asiatici erano costretti a consumare pasti in mense di fortuna e arrivavano a pagargli fino 300 euro la mese per posto letto, spesso dei loculi di 2-3 metri quadrati, dove vivevano anche minorenni.

[04-09-2008]

 
Lascia il tuo commento