Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Vernarelli scarcerato

ora è agli arresti domiciliari

Vernarelli nel momento dell'arresto Il tribunale del Riesame ha concesso gli arresti domiciliari a Friedrich Vernarelli, il 30enne accusato di aver investito e ucciso due ragazze irlandesi la notte del 17 marzo. Il collegio, presieduto da Antonio Lo Surdo ha così accolto l'istanza degli avvocati Giovanni Marcellitti e Lillo Bruccoleri, con il parere favorevole del pm Andrea Mosca. Vernarelli già in serata è stato trasferito a casa da Regina Coeli. «Sono molto soddisfatto della decisione del tribunale - ha detto Marcellitti - finalmente la magistratura ha preso in considerazione il nostro lavoro di indagini difensive e siamo riusciti a cambiare la situazione. Ovviamente sono anche molto contento per il mio assistito».

Friedrich Vernarelli è accusato di essere il pirata della strada che nella notte tra il 17 e 18 marzo scorsi, ubriaco, investì e uccise due turiste irlandesi, Marie Clare Collins Elizabeth Ann Gubbins, nei pressi di Castel Sant'Angelo, a Roma. Alla base dell'iniziativa degli avvocati di Vernarelli, non solo l'insussistenza delle esigenze di custodia cautelare, a quasi sei mesi dai fatti, ma anche la versione di un testimone americano dell'incidente, Manuel Ruiz, il quale, in una dichiarazione giurata rilasciata a Los Angeles, ha sostenuto di non riconoscere in Vernarelli la persona che era alla guida dell'auto pirata. In compagnia del giovane romano c'erano due ungheresi, residenti in Inghilterra, conosciuti in una birreria poche ore prima dell'investimento. Il testo completo della dichiarazione del teste sarà depositato il 30 settembre prossimo in occasione del processo, con il rito immediato, a carico di Vernarelli.
 
 

[02-09-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE