Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma cede ai rigori

Supercoppa all'Inter

Le speranze della Roma di bissare il successo in Supercoppa Italiana si spengono dopo centoventi minuti di grande calcio, i giallorossi si arrendono solo dopo i calci di rigore.

La compagine spallettiana si presenta con Risee e Baptista schierati dal primo minuto e capitan Totti che parte dalla panchina; l’ennesima sfida fra giallorossi e nerazzurri inizia con la Roma che dopo cinquanta secondi dal fischio d’inizio prova a mettere paura all’Inter con un tiro da fuori di Vucinic finito a lato dalla porta difesa da Julio Cesar ma sono i nerazzurri a fare la partita,attaccando con continuità fino a trovare il gol con il neo-acquisto Muntari che sblocca il risultato al diciottesimo del primo tempo.

La Roma prova ad avere un cenno di reazione ma e l’Inter a ripresentarsi più volte davanti a Doni e prima della fine della prima frazione di gioco,su azione nata da un corner,Stankovic manca di poco il raddoppio.

Nella ripresa esce fuori la squadra di Spalletti che prende coraggio e trova il pareggio con De Rossi che con un tiro da lontano fulmina Julio Cesar.

Mourinho toglie Figo e mette in campo il baby-Balotelli che con le sue giocate infiamma San Siro ed è proprio il diciottenne nerazzurro a trovare ,complice uno svarione nel gioco aereo della difesa romanista, il gol del 2-1 al minuto ottantadue.

Sembra fatta per gli uomini di Mourinho ma al novantesimo, da un calcio d’angolo, Vucinic di testa, aiutato anche da Stankovic, trova il pareggio che porta ai supplementari.

Duranti i trenta minuti, sia nerazzurri che giallorossi attaccano intensamente cercando di chiudere i conti;Spalletti fa entrare Totti il quale rivede una partita ufficiale dopo quattro mesi ed il giovane Okaka che ha l’occasione più ghiotta poco prima del minuto centoventi,sventata con bravura da Julio Cesar.

Ai calci di rigore segnano Vucinic,Baptista,De Rossi e Cassetti,l’errore di Stankovic da a Totti la possibilità di chiudere i giochi ma il capitano spedisce il suo forte tiro sulla traversa.

Si va ad oltranza e segnano Pizarro e Jemenez mentre Juan si fa neutralizzare il tiro dal dischetto,a presentarsi per tirare l’ennesimo rigore è capitan Zanetti che con un rasoterra preciso,forte ed angolato condanna i giallorossi alla sconfitta.

La squadra romanista non riesce a fare la promessa al compianto presidente Sensi,di portare la Supercoppa nella capitale ma resta la soddisfazione di aver giocato un buon calcio,espresso soprattutto dai neo-acquisti Risse e Baptista i quali possono essere punti di forza per il prossimo campionato che verrà.

Marco Chinicò

[25-08-2008]

 
Lascia il tuo commento