Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ultimo saluto a Franco Sensi

in migliaia ai funerali del presidente

Migliaia le persone che questa mattina hanno partecipato ai funerali di Franco Sensi a San Lorenzo fuori le Mura. La cerimonia è stata seguita dalla folla fuori dalla chiesa, gremita già dalle prime ore della mattinata. Oltre a tantissima gente comune, alla squadra e alla famiglia ai funerali erano presenti anche il Sindaco Alemanno, i vertici delle altre istituzioni locali, il Presidente della Lazio Lotito e quelli di Milan e Inter Galliani e Moratti; Galliani è stato contestato da qualche tifoso all'arrivo in chiesa.

L'arrivo del feretro in chiesa è stato accolto da un lungo applauso commosso della folla che ha seguito la funzione funebre dagli altoparlanti. Poco prima dell'inizio è giunta in chiesa l'intera squadra giallorossa con in testa il capitano Francesco Totti e l'allenatore Luciano Spalletti. Sono stati proprio i calciatori che al termine della cerimonia hanno caricato in spalla il feretro: Alexander Doni, Julio Baptista, Stefano Okaka, Luciano Spalletti, Christian Spalletti e Francesco Totti hanno portato la bara al cimitero tra gli applausi dei tifosi che intonavano il coro 'Roma! Roma! Roma!'

Tra i banchi c'erano il sindaco Gianni Alemanno, il sottosegretario Gianni Letta, il prefetto Carlo Mosca, l'attrice Sabrina Ferilli affiancata dal compagno Flavio Cattaneo. Il mondo del calcio ha voluto dare l'ultimo saluto al presidente della Roma: c'erano i presidenti di Juventus e Inter, Giovanni Cobolli Gigli e Massimo Moratti. Fra i più applauditi il tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli (scelto da Sensi nel 2004, lasciò la Roma in estate per stare vicino alla moglie malata) il grande ex Carletto Mazzone, salutato da una vera ovazione, qualche vecchio giocatore della Roma come Damiano Tommasi e Marco Delvecchio.

C'era la Figc, con il presidente Giancarlo Abete e il vicepresidente Demetrio Albertini, il Coni con il vicepresidente Luca Pancalli. Non potevano mancare i rivali cittadini: il presidente della Lazio Claudio Lotito e l'allenatore biancoceleste Delio Rossi. "Non lo conoscevo personalmente - ha detto Rossi - ma da lui traspariva un grande amore per la squadra. Fra Roma e Lazio c'è una rivalità sportiva, ma in questi momenti la gente va oltre queste cose".

I funerali del presidente della Roma Franco Sensi sono stati un momento di grande partecipazione popolare ma sono stati funestati anche da contestazioni. L'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, è infatti stato accolto da una salva di insulti e bottigliette dai tifosi della Roma, assiepati davanti alla basilica di San Lorenzo fuori le mura, dove si sono svolte le esequie del presidente della Roma. Ci sono stati alcuni momenti di tensione, quando parte dei tifosi ha tentato di forzare il cordone di sicurezza. Galliani è stato spintonato e il personale della Protezione civile ha dovuto intervenire per allontanarlo dai contestatori che lo hanno bersagliato di bottigliette d'acqua e di cori d'insulto.

 

 
 

[20-08-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE