Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rassegna stampa estera
 
» Prima Pagina » Roma nel mondo » Rassegna stampa estera
 
 

Soldati a Roma diventano attrazioni turistiche

l'articolo del Financial Times

di Simone Chiaramonte

Non ci si trova in una zona di guerra né in un paese latinoamericano presidiato dai fedelissimi di qualche dittatore. Eppure tra un museo, un monumento ed una passeggiata lungo una storica via della Capitale, quest'estate i turisti possono godere di una nuova attrazione: l'esercito italiano schierato nei punti più sensibili della città. E' il quotidiano Financial Times a presentare il caso ai lettori inglesi, evidenziando lo stupore dei visitatori. Un turista spagnolo, ritenendo evidentemente la classica foto col finto gladiatore ormai superata, tenta addirittura di immortalare un gruppo di soldati, poi però ci ripensa e si convince che forse che non è il caso.

"Un colpo d'occhio contrastante", lo definisce il quotidiano inglese, tanto che "all'esterno di Villa Borghese i turisti possono ammirare soldati armati di tutto punto controllare una schiera di abitazioni occupate da diplomatici statunitensi".

L'impiego dei militari per rimpiazzare la polizia nella sorveglianza di ambasciate o residenze diplomatiche è stato voluto dal governo di centro-destra: circa 3000 soldati appaiono nelle strade delle città italiane, 1000 di questi a Roma. La metà dei presidi si trova in prossimità di possibili obiettivi terroristici.

In passato l'esercito è stato già utilizzato al fine di garantire l'ordine pubblico. Negli anni '90 centinaia di soldati furono impiegati in Sicilia per combattere la mafia e in Sardegna per fronteggiare i gruppi coinvolti in sequestri di persona. "Erano però regioni di frontiera. Questa è in assoluto la prima volta che militari vengono schierati nella capitale italiana", specifica il Financial Times.

L'impatto visivo è ancora più forte nel "lussuoso quartiere residenziale" Parioli. In agosto c'è un'atmosfera surreale, con strade assolate completamente deserte e persiane serrate, presidiate però da squadre di vigilanti e soldati armati dalla testa ai piedi. "Militari che rifiutano di parlare ma lo fanno con la massima cortesia e cordialità. L'impressione è di una professionale accortezza militare".

 


Italian troops become tourist attraction
A move by the Italian government to deploy soldiers to replace police in providing security at embassies and diplomatic residences has created a new attraction for tourists visiting the capital – heavily armed soldiers in body armour. Leggi

[19-08-2008]

 
Lascia il tuo commento