Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Campidoglio: saluto a Franco Sensi

''una piazza per ricordare il Presidente''

Un lungo applauso ha accolto l'arrivo in Campidoglio della salma del presidente della Roma Franco Sensi. Il corteo di auto e' giunto davanti alla lupa capitolina alle 09.26. Ad attendere la salma del Presidente della Roma il vice sindaco di Roma, Mauro Cutrufo, la moglie Maria, Antonio Tempestilli e il medico sociale Mario Brozzi. Fino a stasera alle 22 rimarrà aperta in Campidoglio la camera ardente, domani alle 12 si svolgeranno i funerali, nella chiesa di San Lorenzo in Verano.

La piazza ha riservato a Sensi lunghi applausi e silenzi. Le persone, venute per dare l'ultimo saluto al presidente del terzo scudetto giallorosso, e' piena gia' da un'ora. Un lungo serpentone, ordinato e silenzioso, riempie la piazza con il Marco Aurelio. Anziani, ragazzi, giovani e giovanissimi, molti con la maglietta della Roma aspettano di poter entrare in Aula Giulio Cesare. La piazza e' controllata dalle forze dell'ordine, vigili del fuoco, polizia, vigili urbani e protezione civile. Addetti del comune sono intervenuti per scaricare ulteriori transenne resesi necessarie per l'inaspettata affluenza di persone.

Il lutto per la perdita del presidente della Roma è un sottile filo giallorosso che, dal centro alla periferia, da Villa Pacelli (residenza della famiglia Sensi) ai campi di Trigoria, lega il popolo romanista e lo stringe attorno a un unico pensiero: "Roma deve intitolare una strada a Franco Sensi". Ne è convinto Vincenzo Mantini, presidente dello storico "Roma Club Garbatella", pronto a «fare un appello al sindaco Alemanno affinché intitoli al più presto la piazza antistante al club al presidente giallorosso».

Un appello sottoscritto anche dalla nuotatrice romana e romanista Alessia Filippi che, dopo aver conquistato nei giorni scorsi l´argento olimpico, fa sapere da Pechino che «con Sensi se ne va un pezzo di storia del calcio, ma resta nei tifosi l´affetto per un presidente che ha reso grande la Roma e che la città, a prescindere dalla fede calcistica, dovrebbe ricordare dando il suo nome a una strada». Una richiesta bipartisan, che trova l´approvazione anche del sindaco Alemanno («il Comune farà la sua parte per costruire lo stadio della Roma e intitolarlo a Franco Sensi»), di Francesco Storace e del deputato del Pd Enrico Gasbarra, ma anche del presidente del I Municipio Orlando Corsetti, che si dichiara pronto fin da subito «a intitolare a Sensi il campo di calcio del Testaccio o il nuovo mercato coperto, in attesa - anticipa il minisindaco - di trovare entro la fine dell´anno un´area del I Municipio dove realizzare il Museo della Roma».
 

 
 

[19-08-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE