Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidente di via Nomentana

migliorano le condizioni dei feriti

C'è ancora tanta rabbia e disperazione per la morte di Rocco Trivigno, il ventenne ucciso nella notte di venerdì all'incrocio tra via Nomentana e viale Regina Margherita, lo stesso incrocio dove morirono Flaminia Giordani e Alessio Giuliani. Il ragazzo, 20enne, è stato travolto da un cittadino moldavo di 23 anni, alla guida di un furgone rubato mentre tentava di fuggire dalla polizia in una folla corsa. Nella Citroen C3, con a bordo Rocco Trivigno, c'erano altri due ragazzi: la sorella Valentina 22 anni e il suo fidanzato Nicola Telesca, 25.

Sono in miglioramento le condizioni di Valentina e Nicola coinvolti nell'incidente. I medici del policlinico Umberto I, dove i due sono ricoverati, affermano che il quadro clinico si è «stabilizzato» e che il decorso sta «procedendo positivamente». La ragazza ha una frattura del bacino e lesioni alla trachea, ma è fuori pericolo, anche il fidanzato Nicola ha riportato la frattura del bacino e ha una prognosi di 45 giorni. 

Arrestato ieri in nottata con l'accusa di omicidio volontario, Ignatiuc Vasile che guidava il furgone, un Fiat Scudo rubato a Roma circa 20 giorni fa: con sé non aveva documenti e, secondo i riscontri fatti sulla banca dati della polizia, era già destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, oltre a precedenti per rissa e ricettazione. In un primo momento l'accusa era stata di omicidio colposo traformata poi in omicidio volontario anche con l'aggravante del dolo eventuale. L'uomo è risultato negativo al narcotest è statao trasferito nel carcere di Regina Coeli. La via dove è avvenuto l'incidente è la stessa dove lo scorso 22 maggio morirono una coppia di fidanzati travolti dalla folle corsa di un'auto che non rispettò, anche quella volta, il semaforo rosso.
 
 

[19-07-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE