Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

San Giovanni, cordoli maledetti

incidente mortale di un centauro

il luogo dell'incidente

San Giovanni, via dell’Amba Aradam. E’ l’1.30 della notte quando, in sella alla sua Yamaha 400, Giovanni di Nesi, 39 anni, sbanda a causa dei cordoli che delimitano la preferenziale e sbalza dallo scooterone in una caduta che gli sarà fatale.
E’ l’ennesima tragedia dovuta alla gomma dura che divide le carreggiate delle strade romane e che ha già mietuto tantissime vittime.

I cordoli che delimitano le corsie preferenziali, di gomma dura, sono alti una decina di centimetri e a volte non si vedono. Sono stati la causa di oltre un centinaio di cadute per i motociclisti a Roma. Si confondono con le strisce gialle o addirittura con l’asfalto, quando sono troppo anneriti dal contatto con i pneumatici delle auto. In caso di pioggia, poi, diventano ostacoli micidiali.

Il Comune se ne è accorto e, per ironia della sorte, sono quasi tre settimane che due squadre di Trambus ogni giorno sostituiscono 65 metri di cordoli con le borchie. Lo ha deciso l’assessore alla Mobilità Sergio Marchi che si è riproposto di eliminare tutti i “cordoli killer” entro un anno.

La decisione arriva tardi, la rete della gomma che delimita le preferenziali si estende per oltre 33 chilometri e mezzo: l’operazione ha interessato il 7 per cento del totale della rete, solo 2 chilometri. Da qualche parte si doveva iniziare e purtroppo in via dell’Amba Aradam non si è ancora arrivati perché si è preferito partire dalle zone più pericolose di questo tratto, che comunque ha conosciuto altre tragedie.

[14-07-2008]

 
Lascia il tuo commento