Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Liberate tre minorenni

segregate e costrette a prostituirsi

Segregate in casa di notte e costrette a lavorare sul marciapiede di giorno, per 10/12 ore È l’incubo in cui hanno vissuto alcune giovani ragazze romene. Un incubo finito quando una loro ha trovato il coraggio di scappare e di rivolgersi alla polizia, al commissariato di Fiumicino. Grazie all’intervento della mobile e in collaborazione con la polizia rumena i tre sfruttatori, due donne e un uomo, tutti rumeni, ora dovranno rispondere di riduzione in stato di schiavitù, sequestro di persona e sfruttamento della prostituzione anche minorile. i tre si trovano ora nei carceri di regina Coeli e Rebibbia.

Le ragazze, una sola maggiorenne, le altre due di 16 e 17 anni, venivano fatte lavorare in zona Castel di Giudo e tenute di notte in una casa a Formello. È qui’ che, in un momento di distrazione della carceriera, due di loro sono scappate, anche se una è stata subito rintracciata e rapita.

A spiegare alla stampa i dettagli dellìoperazione sono state la dirigente della seconda sezione della squadra mobile Giovanna Petrocca, la dirigente del commissariato di Fiumicino Patrizia Sposato e l’ipettore della polizia rumena Lavinia Lazar.

[10-07-2008]

 
Lascia il tuo commento