Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Hamilton vince la (penultima) lotteria di Silverstone

Gara ai limiti della farsa, la Ferrari ''dorme'' al muretto

Tutti gli inglesi volevano la sua vittoria e Lewis non ha deluso, anche se deve ringraziare non poco Giove Pluvio e i suoi capricci che hanno mandato nel pallone molte scuderie, tra cui la Ferrari. E' difficile commentare un GP pieno di colpi di scena e di previsioni meteo costantemente sbagliate, tanto che viene da chiedersi a che servano  le sofisticate tecnologie che i team utilizzano per ipotizzare i cambiamenti climatici. 

Hamilton ha trionfato con merito, conquistando sin dai primi giri  con autorità il comando della gara, ma alle sue spalle è successo veramente di tutto. Il compagno di squadra Kovalainen ha vanificato con diversi errori la sua partenza dalla pole e ha rimediato il brodino del quinto posto. Molto peggio ha fatto la Rossa anche se Raikkonen ha concluso quarto. Che senso ha avuto aspetttare 10 giri prima di richiamarlo ai box, quando con le gomme usate perdeva circa 5 secondi a giro? A Maranello se lo dovranno chiedere tutta la notte, perché Kimi avrebbe potuto comodamente giungere secondo, piazza invece occupata dal saggio e soldio Heidfeld.  Massa... vabbé lasciamo stare, sull'acqua è stato un disastro come al solito.  Chi invece ha azzeccato in pieno la strategia è stata la Honda, che ha consentito a Barrichello addirittura di tornare sul podio con una carriola che in condizioni normali avrebbe faticato ad arrivare dodicesima! Male anche Kubica, tradito in parte dalla squadra e in parte dalla foga, che gli ha fatto gettar nel fango preziosi punticini e Coulthard, fuori al primo giro al suo ultimo Gp di casa. Discreto Trulli (settimo), ancora da dimenticare la prestazione di Fisichella (out e comunque più lento di Sutil). Adesso nel pazzo mondiale 2008 Hamilton, Massa e Raikkonen guidano la classifica con gli stessi punti. Guardando al potenziale delle vetture per la Ferrari è una mezza sconfitta, ma come si suol dire la stagione è ancora lunga e non può piovere per sempre.

Giu. Cil.

[06-07-2008]

 
Lascia il tuo commento