Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno incontra l'Opera Nomadi

più lavoro e scolarizzazione

Maggiore scolarizzazione, più lavoro e campi attrezzati in modo vivibile. Queste le principali necessità espresse dai rappresentanti rom e sinti al sindaco Gianni Alemanno, durante l'incontro che si è svolto in Campidoglio con l'Opera Nomadi.

"Non vogliamo tornare in strada e speriamo che la nostra cooperativa dia lavoro anche ai nostri figli", ha detto al sindaco una donna rom che lavora in un centro anziani. "Meno emarginazione per i sinti", ha chiesto un altro rappresentante poco dopo, mentre il rappresentante del Casilino 900 crede che siano necessarie "case in cemento armato" nel campo. "Siamo al collasso - ha detto - da tre mesi siamo senza luce e acqua. In collaborazione con l'Ama abbiamo creato un'isola biologica, senza poliziotti e senza spendere un euro. Costruendo queste case, che hanno un valore di 20/30mila euro, in aree stabilite e facendo arrivare l'acqua e la luce, potremmo essere in grado di pagare anche il canone". A coordinare l'incontro il presidente di Opera Nomadi, Massimo Corverso, legato al sindaco da "un'amicizia che non nasce oggi" come ha tenuto precisare Alemanno, ma nel "lontano 1990".

"In questa città il problema è stato affrontato con un metodo corretto - ha spiegato Converso - accanto alle regole si è parlato di solidarietà. In questi giorni qualcuno vuole lapidare Opera nomadi perché parla con i 'fascisti', noi siamo decisi a collaborare perché anche se su alcuni aspetti abbiamo posizioni diverse non ci sono pregiudizi". Poco prima dell'inizio dell'arrivo del sindaco Converso ha anche accennato alla proposta del ministro Maroni di prendere le impronte digitali ai minori rom nei campi

"Le comunità jugoslave e romene - ha detto - verrebbero con i bimbi i braccio per le identificazioni perché non ci sono problemi di bambini nascosti, ma di vaccinazioni e scolarizzazione".

 
 

[29-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE