Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Protesta addetti alle pulizie

''400 euro al mese e rischiamo tagli''

Fischietti e volantini sono gli strumenti di protesta di 40 addetti alle pulizie del Comune di Roma che oggi in piazza del Campidoglio hanno fatto sentire la loro voce. "Non toccate i nostri pochi euro!", si legge su uno dei manifesti esposti sotto la finestra di Alemanno. La protesta è stata indetta contro "il taglio ulteriore delle ore di lavoro e del salario". "Dal primo giugno - ha spiegato Antonella, una manifestante - sono cambiate le ditte per cui lavoriamo sull'appalto delle pulizie del Comune.  Adesso rischiamo il taglio delle ore e quindi del salario. Ma noi già guadagniamo circa 400 euro al mese, come facciamo a vivere?".

I manifestanti vorrebbero incontrare il sindaco Gianni Alemanno, ma la donna ha spiegato: "Non ci vogliono ricevere anche se da un mese sono a conoscenza della manifestazione di oggi". I 40 lavoratori addetti alle pulizie alla fine hanno ottenuto un incontro con l'assessore al Personale.

"Nel pomeriggio di martedì prossimo riceverò i dipendenti delle ditte che svolgono le pulizie in appalto per il Comune di Roma, - ha rassicurato Enrico Cavallari, assessore al Personale- così come stabilito questa mattina con i rappresentanti dei lavoratori".  

[27-06-2008]

 
Lascia il tuo commento