Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Euro 2008
 
» Prima Pagina » Euro 2008
 
 

Passa la Spagna, siamo fuori

l'Italia perde ai rigori

Di Natale E’ durata poco, l’illusione azzurra di ripetere il sogno di Berlino. Siamo fuori, ancora una volta ai rigori. Ma tutto sommato meritatamente, contro una Spagna che ha dimostrato di avere qualcosa di più. E che a questo punto si propone come grande favorita degli europei.

 

Donadoni sceglie il blocco di centrocampo della Roma, con l’aggiunta di Ambrosini. In attacco, confermato Cassano accanto a Toni. Confermata anche la difesa. La gara parte, complice il caldo, a ritmi bassissimi, con la Spagna che si produce in uno sterminato possesso di palla, che però non trova sbocchi in una difesa azzurra serrata. Al quarto d’ora, Villa toccato in area da Ambrosini: il rigore poteva starci. La prima conclusione seria è al 25’, con una buona punizione di Villa dai 30 metri e la risposta sicura di Buffon. Al 32’ è invece Silva a provarci da fuori, e Buffon risponde di nuovo. L’Italia del primo tempo è tutta in un grande spunto di Cassano (migliore in campo assieme a Chiellini) sulla sinistra, cross al centro per Toni che colpisce di testa da distanza ravvicinata, ma si frappone Marchena. Al 38’, dall’altra parte, lo spunto è invece di Torres, che salta un paio di uomini, conclude e sulla ribattuta Silva conclude dal limite sfiorando il palo.

 

Nel secondo tempo, squadre leggermente più aperte. L’Italia sposta il baricentro del gioco quando, al 13’, entra Camoranesi per un Perrotta ancora una volta spento. Dall’altra parte, dentro Fabregas. Al 16’, clamorosa occasione per l’Italia: azione confusa, con Toni che scavalca Casillas con un pallonetto e Camoranesi che tira a botta sicura da distanza ravvicinata, ma è strepitoso Casillas, in recupero, a respingere di piede. Gli azzurri sono più propositivi del primo tempo, soprattutto sulle fasce, ma Toni conferma il suo stato di forma tutt’altro che ottimale. La Spagna, invece, punta soprattutto sull’uno contro uno. Donadoni toglie Cassano per Di Natale, mentre Aragones risponde inserendo Guiza per Torres. L’occasione più grande per gli spagnoli è un tiro dalla distanza di Torres, su cui Buffon sbaglia (non è stata la serata migliore, per il portierone, anche nelle uscite), ma la palla finisce sul palo. Inevitabili dunque i supplementari.

Nel primo tempo supplementare, subito un bel colpo di testa di Di Natale, su cui è ancora eccellente Casillas. La Spagna risponde con una bella azione che porta al tiro dal limite, ancora una volta, Silva, con palla che sfiora il palo.

Nel secondo tempo supplementare entra Del Piero, ma è la Spagna a sfiorare il gol in due occasioni: prima con Villa, che si presenta a tu per tu con Buffon da posizione defilata, ma il portiere chiude lo specchio, e, proprio nel finale, con Cazorla che da sinistra effettua un bel tiro-cross su cui non arriva Guiza.

Ai rigori, ottimo Casillas: errori di De Rossi e Di Natale, mentre Buffon para su Guiza. Di Fabregas la realizzazione decisiva.

 

Come avevamo detto già dall’inizio dell’Europeo, questa squadra difettava in primo luogo di qualità. Siamo stati sfortunati nel capitare in un girone di ferro, e poi a trovare la Spagna, che per una volta nella sua storia può arrivare in fondo a una competizione. Si prospetta un cambio di commissario tecnico e, forse, un ritorno di Marcello Lippi.

 

Simone Luciani

 

 Spagna: Casillas; Sergio Ramos, Puyol, Marchena, Capdevila; Iniesta (Cazorla dal 14' s.t.), Senna, Xavi (Fabregas dal 14' s.t.), Silva; Villa, Torres (Guiza dal 40' s.t.). C.t. Aragones. Italia: Buffon; Zambrotta, Panucci, Chiellini, Grosso; Aquilani (Del Piero dal 3' s.t.s.), De Rossi, Ambrosini; Perrotta (Camoranesi dal 13' s.t.); Toni, Cassano (Di Natale dal 29' s.t.). All. Donadoni. Arbitro: Fandel (Germania).

Note: spettatori 50 mila circa. Serata calda,. Ammoniti: Iniesta, Ambrosini per gioco scorretto, Villa per simulazione, Cazorla per proteste.

Rigori: Villa gol, Grosso gol, Santi Cazorla gol, De Rossi parato, Senna gol, Camoranesi gol, Guiza parato, Di Natale parato, Fabregas gol.

 

IL SONDAGGIO, DONADONI SOSTITUITO? VOTA

 

DONADONI RESISTE

 
 

[22-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE