Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno accusa Veltroni

č di 9,6 miliardi il deficit ufficiale

L’accusa lanciata da Alemanno alla giunta Veltroni è pesantissima: occultamento di dati. Alla conferenza stampa convocata con il ministro del tesoro Giulio Tremonti, contestualmente ai lavori del consiglio comunale, ha parlato ai giornalisti di “Bilanci non corretti”, di “numeri volutamente occultati”.

Ha spiegato di non aver presentato un esposto in procura perché “la corte dei conti si sta già interessando alla situazione di Roma”. Il primo cittadino ha elencato una serie di dati allarmanti: 9,6 miliardi di euro il deficit ufficiale. Nessuna sorpresa, in realtà, perché il deficit di 6,9 miliardi (quello dichiarato dalla giunta Veltroni) arriva a 8,1 includendo le linee di credito attivate per finanziare le grandi opere ma non ancora utilizzate; aggiungendo poi un altro miliardo e mezzo di debiti fuori bilancio, che comprende il valore di alcuni contenziosi giudiziari, si arriva alla somma dichiarata da Alemanno. “il centrosinistra ha avuto una gestione disastrosa, ha lasciato la capitale al dissesto” ha incalzato Alemanno.

E via alle polemiche dell’opposizione. Si sono alzati cartelli di protesta: “Alemanno inventi il buco per dare buca ai romani”, “La commedia di Alemanno”, “Il grande bluff”. Il sindaco ha perso le staffe e urlato tre volte “Vergogna!” atterrando il microfono nello scranno. L’opposizione ha abbandonato i banchi per assistere al consiglio dal fondo della sala: “Siamo qui, tra il pubblico, perché così ci considerate” ha commentato il capogruppo del Pd romano Umberto Marroni. Alemanno ha annunciato che nella sua attività di commissario straordinario sarà affiancato da tre commissari per definire le linee del piano di risanamento, e ha assicurato che qualsiasi decisione sarà sottoposta al voto del consiglio comunale. Il centrosinistra è già sul piede di guerra: “Se i tagli alla spesa non saranno condivisi, sarà battaglia”, è stata la replica del Pd.

SONDAGGIO, CHI HA RAGIONE? 

 
 

[20-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE