Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

La Diocesi di Roma contro ''Angeli e Demoni''

non vengono autorizzate le riprese del film nelle chiese

"Il film va a ledere il comune sentimento religioso”: il responsabile dell'ufficio stampa della Diocesi di Roma risponde così alla produzione del film “Angeli e Demoni”, tratto dal celebre romanzo di Dan Brawn.

Il regista Ron Howard e il protagonista principale Tom Hanks dovranno accontentarsi di altre location e di girare riprese solo in esterni. Si ripete quindi quanto già accaduto con l'altro romanzo dello scrittore americano, il “Codice da Vinci”, e con il film che ne è stato tratto. Il Vaticano non vede di buon occhio soprattutto il tema della pellicola che racconta dell'antica setta di scienziati Illuminati perseguitata in secoli oscuri dalla Chiesa.

La produzione americana ha richiesto circa un anno fa i permessi per girare all'interno di due chiese romane; Santa Maria del Popolo e Santa Maria della Vittoria, in via XX settembre. La competenza dei due edifici di culto è sia dello Stato che della Chiesa, attraverso il Ministero degli Interni e il Vicariato di Roma; la produzione si è rivolta al primo ma la Diocesi ha bloccato la procedura comunicando il proprio parere negativo.

Per ovviare alla mancanza di location originali, il regista Ron Howard ha già trovato la soluzione: ricostruirà gran parte dei luoghi negli studi di Los Angeles e alcuni ambienti nella Reggia di Caserta, interamente requisita per tre giorni.

[16-06-2008]

 
Lascia il tuo commento