Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

George Bush lascia Roma

ultimo incontro con il Papa

 Finalmente per i romani l'incubo viabilità è finito. Intorno alle 13 Bush è ripartito alla volta di Parigi. E' terminato intorno alle 12.00 l'incontro fra il Presidente degli Stati Uniti George W. Bush e Benedetto XVI. Anche questa volta, seppur contenuti, si registrano disagi alla circolazione nella zona di San Pietro a causa del passaggio del corteo presidenziale con la conseguente chiusura di alcune vie.

Era l'ultimo impegno istituzionale per Bush, questa volta accompagnato dalla first lady Laura. La coppia presidenziale ha raggiunto il Vaticano "Che onore, che onore, che onore" ha detto Bush, emozionato, salutando il Pontefice scendendo dalla limousine nera.

 Poi il presidente ha stretto la mano al Papa, seguito dalla moglie Laura. A fare il baciamano è stata invece l'ambasciatrice degli Stati Uniti presso la Santa Sede, la cattolica May Ann Glendon. Al termine della visita, informale e per molti aspetti fuori protocollo, il presidente e la first lady riprendono il viaggio europeo alla volta di Parigi.

Il colloquio privato tra il presidente americano e il Pontefice è durato poco più di mezz'ora. Al termine del faccia a faccia, Ratzinger ha mostrato a Bush la vista suggestiva della città di Roma dall’alto della Torre, illustrando il Cupolone e le bellezze della Capitale. Bush ha ascoltato, sorridente e disinvolto, le spiegazioni del Pontefice. Poi la passeggiata nei giardini vaticani, dalla Torre di San Giovanni alla Grotta di Lourdes. I due uomini hanno camminano insieme, sotto l'ombra di magnifici alberi secolari. A leggera distanza il resto della delegazione.

 La visita al vaticano precede di 24 ore l'incontro con il presidente del Consiglio Berlusconi. Un appuntamento all'insegna delle pacche sulle spalle e della "sintonia totale". Su tutto: sulle missioni militari ("In Afghanistan ridiscuteremo i caveat", promette Berlusconi), sull'impiego di più uomini in Iraq per addestrare le forze di sicurezza locali ("Bravissimi i carabinieri", dice Bush) e in tutte le zone a rischio, dai Balcani al Libano. Semaforo quasi verde anche sulla presenza dell'Italia nel gruppo 5+1 che dovrà trattare con l'Iran sul nucleare. E' la sesta volta che Bush viene a Roma, cinque volte con Berlusconi premier. Un primato di cui il Cavaliere è molto fiero.

BUSH IN VATICANO 

 
TAG: Bush
 

[13-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE