Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Festa del Cinema, passaggio di consegne

Rondi Presidente al posto di Bettini

Gian Luigi Rondi La giunta Alemanno ha promesso che la Festa del Cinema si farà ma a capo non ci sarà Goffredo Bettini, che ha già dato le dimissioni.

Ecco allora il volto nuovo, si fa per dire visti gli 87 anni del nuovo presidente della kermesse. Per il sindaco Alemanno è la persona più indicata per gestire questa transizione e rilanciare profondamente la Festa del cinema. Ne ha tutta l'autorevolezza e il profondo radicamento nel cinema italiano. Questo il commento di Alemanno alla scelta di Gian Luigi Rondi alla presidenza della fondazione Cinema per Roma.

Alemanno ha precisato che si è trattato di una decisione "fortemente tecnica" e "subito condivisa" anche da Goffredo Bettini.

Alemanno ha poi indicato tra i cambiamenti per le prossime edizioni: più spazio a cinema italiano, collegamento con il David di Donatello e maggiore attenzione alla produzione
culturale. Tra i presenti alla conferenza stampa anche Luca Barbareschi, "indicato dal Comune di Roma come suo rappresentante nel cda" della manifestazione.

"Ricevo un incarico non richiesto e non atteso. -ha spiegato Rondi- Ho accettato per spirito di servizio, dopo aver ricevuto una telefonata di Bettini, ma per ora sono il capitano di una nave già salpata, in pieno mare, che non sono stato io a
far partire, quindi non posso indicare quali saranno le linee programmatiche della prossima Festa del cinema. E' troppo tardi, le idee già sono state approvate". Due le idee principali sulle quali Rondi intende improntare le future edizioni della Festa del Cinema. Da una parte, trasmettere "la mia passione per il cinema italiano", dall'altra, incentivare "una sinergia tra Festa e comparto cinematografico italiano".

BIOGRAFIA GIAN LUIGI RONDI

SONDAGGIO, RONDI E' L'UOMO GIUSTO? VOTA

 
 

[12-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE