Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pescatori protestano all'Eur

disagi alla circolazione

la protesta dei pescatori dell'Eur

Liguria, Abruzzo, Lazio, Campania e Puglia, dal nord al sud i pescatori di tutta Italia si sono dati appuntamento all’Eur, davanti la sede del ministero dei Trasporti, che ospita la Direzione generale della Pesca.

Sono in migliaia a protestare per il caro gasolio e a chiedere al governo una tariffa fissa, un contenimento del prezzo del carburante, dopo che ieri Benzina e gasolio hanno toccano nuovi record sfondando quota 1,54 euro al litro.

Agitano striscioni, rivendicano i loro diritti, e quello di oggi è solo exploit di una protesta che per alcuni dura ormai da 20 giorni. I pescatori di tutta italia da settimane hanno bloccato i pescherecci paralizzando la filiera. Se il governo non porrà subito rimedio, dicono, andremo avanti ad oltranza.

I manifestanti hanno percorso via Cristoforo Colombo dall'altezza di viale America creando notevoli disagi al traffico. I pescatori provengono da tutta Italia. Sotto la sede del ministero agitano cartelloni e urlano "Vogliamo far valere i nostri diritti".

Oggi i pescatori hanno incontrato il ministro delle politiche agricole Luca Zaia. "Nel corso dell'incontro -spiega il sindaco di Civitavecchia Giovanni Moscherini - il ministro ha illustrato i provvedimenti in corso di elaborazione per rispondere alle esigenze della flottiglia peschereccia. Provvedimenti che riguardano in particolare: l'eventuale utilizzo della cassa integrazione per i dipendenti del settore; l'utilizzo di fondi destinati al fermo biologico temporaneo per lenire i maggiori costi derivati dal caro petrolio. Il tutto insieme ad altre iniziative, che il rappresentante di Governo si è riservato di mettere a punto entro il 17 giugno prossimo, quando cioè, i ministri dei Paesi Europei che si affacciano sul Mediterraneo (Francia, Spagna, Portogallo, Grecia e Italia) si riuniranno a Venezia per esaminare insieme il problema e stilare le proposte da avanzare in sede di Unione Europea".


 

 
 

[11-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE