Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Precariato nel Lazio: 3 su 4 Non hanno un Lavoro Stabile

Non miete vittime e non è appariscente, la nuova povertà colpisce la capitale nel profondo generando disagio, sofferenza ed esclusione. Dal secondo rapporto sul mercato del lavoro nel lazio messo a punto dalla cisl, emerge che a Roma si consolida un nuovo fenomeno di marginalità dove il tratto distintivo della disoccupazione è la precarietà di cui il lazio detiene il triste primato in ambito nazionale ed europeo. Nel Lazio ci sono 3 precari su 4 lavoratori vale a dire che il 70% della popolazione non ha un lavoro stabile e duraturo. Per raggiungere l'obiettivo dell'ue che vorrebbe arrivare ad un tasso di occupazione del 70% entro il 2010, servirebbero almeno 400mila nuovi posti di lavoro. altra piaga regionale sono il lavoro sommerso e gli incidenti. Gli irregolari sono passati da 384 mila nel 2001 a 336 nel 2003, ma in realtà, secondo la cisl, la diminuzione è conseguenza della regolarizzazione degli extracomunitari. Ma sono ancota tanti quelli costretti a lavorare in nero. 250 lavoratori irregolari sono stati scoperti nei giorni scorsi dalla gdf in alcune imprese di costruzioni e servizi della tiburtina. Di questi 70 sono extracomunitari. 4 impreditori sono stati denunciati per aver evaso oltre 10 milioni di euro. Per quanto riguarda le morti bianche, roma continua a detenere il primato a livello regionale mentre il Lazio fa segnare una lieve diminuzione pari all'1.5%. L'unico dato in controtendenza nazionale è il settore economico che sempre nel 2004 ha visto un aumento del pil del 3,8%.

[06-07-2006]

 
Lascia il tuo commento