Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alitalia, di nuovo caos

sospesa l'approvazione del bilancio

Le acque attorno ad Alitalia sembravano essersi calmate, è del 21 maggio l’approvazione del decreto legge salva-Alitalia, con un prestito ponte da 300 milioni. Invece è di nuovo caos. L’azienda è stata costretta a sospendere l’approvazione del bilancio 2007: le perdite sono alte, molto più alte del prestito che il governo dovrebbe elargire, si calcola che siano almeno del doppio, solo per il 2007.

Il motivo della sospensione è che non è ancora pronto il testo del decreto che trasforma il prestito in patrimonio. Non è comparso sulla Gazzetta Ufficiale, quindi non è in vigore. Senza considerare che il singolare provvedimento continua a essere coperto dall’ombra dell’Unione Europea, perché Alitalia utilizzerebbe questi milioni come ricapitalizzazione. Non potrebbe, da società quotata in Borsa, essere ricapitalizzata dallo Stato; l’Unione Europea lo sa, e continua a opporsi.

Intanto Police, Vannozzi e Santini, i tre superstiti del consiglio di amministrazione, non si assumono la responsabilità di approvare il progetto di bilancio 2007, e affermare che “c’è continuità aziendale”, ossia che l’azienda non andrebbe messa in liquidazione. Non lo dicono perché non sono sicuri di riuscire a ricoprire le perdite. Tre le tante possibilità esaminate, pare che il cda abbia valutato anche quella delle dimissioni con effetto da giugno, quando l’assemblea dei soci si riunirà per approvare il bilancio.

[27-05-2008]

 
Lascia il tuo commento