Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Regione: Approvata la Finanziaria, Tagliato lo Stipendio ai Consiglieri

Sarà un natale all'insegna del risparmio quello dei consiglieri regionali, che con la finanziaria che approda oggi in consiglio vedranno ridotti del 10% le loro indennita. Lo stipendio per un consigliere regionale è di circa 8.200 euro mensili lordi. Certo non un taglio epocale, ma comunque un segnale importante, approvato dalla commissione bilancio sabato notte, con il sostegno di maggioranza ed opposizione.

La nuova finanziaria prevede anche una diminuzione del 10% sulle indennità degli assessori (pari a circa 3.200 euro) e di capigruppo e presidenti di commissione, pari a circa 1.600 euro. Dunque, con un risparmio in media di 300 euro ogni funzione, in totale si andrannoa risparmiare in un anno 200 mila euro. Lo stesso taglio allo stipendio del 10% viene applicato anche ai presidenti ed agli amministratori di tutte le societa? controllate, dal cotral a laziomatica. A 31 enti, invece, tra cui gli enti parco, viene imposto di trasformarsi in aziende, così da tagliare i rispettivi considgli d'amministrazione. altra proposta che verrà portata in consiglio è il divieto di viaggi all'estero per tutti, tranne che per il presidente marrazzo e per le missioni a bruxelles per l'unione europea.

Altri tagli strutturali alle spese sono i sei milioni di risparmio che deriveranno dal blocco di studi e ricerche, e i due milioni e mezzo dal dimezzamento dei gettoni di peresenza per gli esperti nei vari osservatori. Ma in una regione schiacciata dal disavanzo della sanità pari a circa 10 milioni di euro, sono ben altre le sforbiciate al bilancio che si sono rese necesarie, e che sono state approvate dalla commissione in modo bipartisan, in attesa di vedere cosa dirà il consiglio. Cinquanta milioni di euro verranno dai tagli del 25% ai bilanci degli assessorati. altri 11 dalla riduzione del 10% del trasferimento agli enti.

38 milioni invece, si prevede di recuperarli rinegoziando i debiti dei mutui e 1 altri 15 eliminando i contributi alle imprese. 70 milioni di euro, e qui si passa alla cessione dei beni di famiglia, arriveranno dlla vendita al 50% di edifici o terreni regionali affittati ai comuni del Lazio. Per Roma si parla delle aree agricole dell'ex santo spirito.Ma la norma più importante a detta della maggiornaza è quella che stanzia i primi 250 milioni di euro della rata trentennale per ammortizzare il disavanzo sanitario, come prescrive il recente accordo col governo. La finanziaria 2007 da mettere sotto l'albero si chiude con un obiettivo, che di questi tempi potrebbe essere recapitato a babbo natale con una letterina firmata da tutti i consiglieri e anche dai cittadini che vorrebbero vederlo realizzato: raggiungimento del pareggio di bilancio entro il 2009 e riduzione delle addizionali regionali irpef e irap dal 2010.

[18-12-2006]

 
Lascia il tuo commento