Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lucciole al Prenestino

identificate 42 ragazze minorenni

una prostituta a Roma

Vende il proprio corpo in cambio di denaro nelle zone buie della città, il popolo della notte, ed è un vero esercito. Ci sono volute ventisette pattuglie dei carabinieri in due anni per identificare e controllare oltre mille persone, tra lucciole e viados, in una zona di Roma grande come una media città. Duecento chilometri quadrati che vanno da Centocelle a La Rustica: questo è il territorio di competenza del commissariato Prenestino.

Rispetto allo scorso anno i numeri della prostituzione romana denunciata si sono quasi raddoppiati: i fermi sono passati da oltre 500 a oltre 900 per le prostitute e da poco più di 300 a poco più di 500 per i viados. Nel corso delle indagini, sono stati coinvolti anche tre furgoni per la vendita di panini e un bar di via Emilio Longoni, che facevano da punto di incontro.
Tra le persone fermate, sono state identificate anche 42 ragazze minorenni, otto delle quali sono state affidate a delle strutture. Più di trecento denunce in tutto. Dopo il controllo, gli uffici immigrazione hanno aperto le porte a 264 prostitute e 195 viados. E si stima che le lucciole straniere a esercitare la “professione” nel Lazio siano circa 4.000; se a queste si aggiungono quelle italiane che si prostituiscono in casa o nei club, il numero sale a 7.000.

[20-05-2008]

 
Lascia il tuo commento