Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Sgarbi nella giunta Alemanno

la decisione spetta solo al sindaco

Vittorio Sgarbi

Chi sperava, oggi, nella nomina di Vittorio Sgarbi a consulente nella nuova amministrazione comunale guidata da Gianni Alemanno, dovrà attendere la prossima settimana. È stata, infatti, rinviata la decisione sul ruolo che il critico d’arte, nonché ex assessore alla cultura al comune di Milano, Vittorio Sgarbi, potrebbe occupare nella giunta capitolina ancora in via di creazione. Questa mattina c’è stato l’incontro tra il neo sindaco di Roma Alemanno e l’assessore licenziato dalla Moratti.

Al termine del colloquio, al quale ha partecipato anche Umberto Croppi, ufficiosamente prossimo assessore alla cultura nella squadra di Alemanno, Vittorio Sgarbi non ha commentato l’esito dell’incontro, rispondendo ai giornalisti, che lo attendevano in piazza del Campidoglio, con un “non ho niente da dire, chiedetelo a Croppi se avrò un ruolo nella giunta”.

Lo slittamento della decisione sul futuro del critico d’arte, non significa abbandono dell’ipotesi Sgarbi, ma neanche conferma indiretta della sua presenza. Lo stesso Croppi, a termine dell’incontro, ha dichiarato come la decisione di inserire il critico d’arte all’interno dell’assessorato alla cultura con il compito di consulente, è una decisione che dovrà prendere solo ed esclusivamente il sindaco, e molto probabilmente questa avverrà solo dopo l’insediamento della nuova giunta, previsto da Alemanno entro lunedì prossimo. E intanto a chi maliziosamente ha chiesto a Croppi se l’ipotesi Sgarbi possa rappresentare una minaccia, il probabile assessore alla cultura romana, ha escluso di aver paura che il noto critico d’arte possa fargli ombra, aggiungendo con una battuta “figuriamoci, la mia presunzione è senza limiti”.

[13-05-2008]

 
Lascia il tuo commento