Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Dipendenti Ericsson Marconi

i ricercatori contro i trasferimenti

Uno sciopero di 4 ore dalle 8 di stamattina ed un sit in davanti alla sede sull’Anagnina. I lavoratori del centro di ricerca Ericsson-Marconi tornano in strada per dire no ai tagli e ai trasferimenti. L’azienda che, dicono i lavoratori, ha definito il bilancio 2007 come uno dei più positivi della sua storia, e che ha nell’Italia il suo terzo mercato dopo Stati Uniti e Cina, ha chiesto 100 trasferimenti volontari di ricercatori nelle sedi di Genova, Milano e Pagani (salerno), mentre altri 150 dipendenti verrebbero dislocati in delle società esterne a cui la Ericsson girerebbe delle commesse, si tratta di ingegneri e tecnici di elevata professionalità.

Per i sindacati Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm, che da mesi portano avanti la vertenza per non privare Roma di un polo di eccellenza nel campo delle telecomunicazioni che da anni collabora con le tre principali università pubbliche cittadine, la soluzione potrebbe arrivare da un consorzio da creare con l’aiuto delle istituzioni, a cominciare dalla regione.

[13-05-2008]

 
Lascia il tuo commento