Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio a Vigna Murata

giallo in un ufficio a Fonte Meravigliosa

Potrebbe essere stata una lite tra fratello e sorella all’origine dell’omicidio compiuto ieri sera in via della Fonte Meravigliosa, nel quartiere che si estende tra via Ardeatina e via Laurentina, zona Vigna Murata. La vittima, Max Skinder, 36 anni di origine croata, è stato trovato verso le 22:30 con il cranio fracassato. Al civico 88, dove ha sede una società di consulenza informatica, lui era andato come tecnico per riparare il server che era andato in blocco.

Quì l’assassino, o gli assassini, potrebbero averlo raggiunto e poi ucciso a metà pomeriggio con una serie di martellate alla testa. Poi in serata, preoccupato perché non aveva sue notizie, il figlio del proprietario della società, è andato sul posto. Anche lui aggredito con un corpo contundente è riuscito miracolosamente a salvarsi e, ferito gravemente, ha chiamato il 113 dando l’allarme. Ora quest’ultimo, romano, di 26 anni, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San’Eugenio. E’ stata la sua testimonianza a dare importanti indizi alla polizia, che per tutta la notte ha interrogato la sorella della vittima.

 
 

[12-05-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE