Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno e il cinema

''serve rilancio della filmografia italiana''

Il sindaco di Roma vuole rimettere mano a una creatura di Walter Veltroni e afferma: “La festa del cinema va collegata a una produzione nazionale, non deve essere solo una passerella di star hollywoodiane”. Scoppia il caos.

Il Sunday Time titola: “Il duce di Roma congela le star americane”, e giù le polemiche. I quotidiani nazionali sostengono l’idea che Alemanno avrebbe intenzione di escludere le pellicole hollywoodiane dalla manifestazione romana. Carta e penna alla mano, il neosindaco spiega le sue ragioni dalle colonne del Corriere della Sera. Lamenta l’amplificazione oltre misura, da parte della stampa, di ogni piccolo segnale del Campidoglio.

Spiega di sentire il dovere di sostenere il rilancio della filmografia italiana, che ha conosciuto anni difficili, ma, scrive, “Non pensiamo assolutamente né mai abbiamo detto, di escludere le produzioni straniere. Semmai – prosegue – la festa del cinema deve acquisire contenuti che la mettano a livello di altri eventi internazionali, momento di reale competizione, aperta al mercato quanto all’investigazione di nuove frontiere”.

Conclude rassicurando i grandi interpreti del cinema americano e internazionale: “Saranno sempre nostri ospiti graditi – assicura – e il Comune di Roma offrirà loro e alle case di produzione i supporti più adeguati per svolgere e promuovere il loro lavoro”.

[06-05-2008]

 
Lascia il tuo commento