Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incendio autodemolitore a Centocelle

dstrutte 200 auto, probabile matrice dolosa

il fumo dell'incendio, visibile da diversi chilometri di distanza

Potrebbe essere doloso, secondo i vigili del fuoco, l’incendio che ieri pomeriggio, intorno alle 17, è divampato in un’autodemolitore in via degli Angeli a Centocelle.

Il rogo che ha distrutto circa 200 carcasse di auto, ha provocato una colonna di fumo visibile a diversi km di distanza. Per spegnere le fiamme ci sono voluti ben 13 mezzi e un elicottero dei vigili del fuoco.

Secondo il movimento volontari di don orione, l’incendio ripropone "in maniera drammatica l’emergenza ambientale e sociale che coinvolge tutta l’area sino al campo nomadi casilino 900, sgomberato solo in parte e chiuso nella morsa delle autodemolizioni e del nuovo parco di Centocelle". Un’emergenza di vecchia data per il quartiere. Già l’anno scorso, i primi di settembre, un altro sfascio era stato distrutto da un incendio. Le fiamme allora avevano lambito un vicino deposito di roulotte e intossicato alcuni residenti.

A due anni dall’apertura del parco, associazioni e cittadini continuano a denunciare il degrado in cui versa tutta l’area e la mancata applicazione di un piano di riqualificazione.

Nella zona si concentrano infatti numerosi centri di autodemolitori per i quali il nuovo piano regolatore generale individua nuove zone di localizzazione al di fuori del grande raccordo anulare. Il trasferimento degli sfasci però non è mai avvenuto nonostante da tempo per l’intera area sia stata prevista una vasta opera di bonifica. Su carta il parco di centocelle sarebbe dovuto diventare il nuovo polmone verde della periferia, in pratica è ancora oggi un’altra storia infinita della capitale.

 
 

[05-05-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE