Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, Doni e fortuna

I giallorossi cinici con la Samp: secondo posto matematico.

l'esultanza di De Rossi e Panucci Per una volta, il copione si è capovolto. A Genova la Roma è stata inguardabile per almeno 75 minuti. Poi, un gol nato da calcio da fermo e la quasi-goleada, tutt’altro che veritiera sull’andazzo della gara. Giallorossi matematicamente secondi.

 

Spalletti deve fare i conti con le assenze di Juan, Taddei e Totti: Panucci va al centro della difesa, Cassetti terzino destro, mentre Cicinho, a sorpresa, è esterno alto. L’inizio della gara è equilibrato, e giocato a ritmi molto intensi. Poi, pian piano, la Roma arretra e cerca di colpire in contropiede (ma le occasioni sono buttate al vento in fase di costruzione, soprattutto grazie alla giornata no di Mancini), e Cassano prende per mano i suoi. La prima, grande occasione per i blucerchiati è al 28’: lancio di Bellucci, svarione di Panucci e Cassano, a tu per tu con Doni, cerca il tocco di fino, ma la risposta del portiere è eccellente. Al 32’ Sammarco (ottima prova) cerca una conclusione da posizione defilata, c’è una deviazione di De Rossi che mette fuori gioco Doni e la palla colpisce la traversa. I giallorossi, in pratica, non escono dalla metà campo, e la Samp ne approfitta: grande ripartenza dei padroni di casa, con Cassano servito ancora a tu per tu con Doni, ma il portiere respinge di nuovo. Al 40’, mischia in area giallorossa, Bellucci spalle alla porta prova a sorprendere il portiere romanista con un colpo di tacco, ma Doni si allunga e para ancora. Sempre Bellucci ci riprova al 44’ con un colpo di testa che sembra innocuo ma che sorprende Doni, e la palla colpisce di nuovo la traversa.

 

Nel secondo tempo, la trama è esattamente la stessa: il dominio della Sampdoria è netto. Al 4’ è subito Doni che risponde a Sammarco, mentre al 9’ Bellucci ci prova da fuori, il tiro viene deviato e la palla finisce fuori di poco. Doni è ancora protagonista a tu per tu con Cassano: prima respinge il tiro del barese e poi esce coraggiosamente sui piedi di Bellucci. Poco dopo, ancora una buona risposta su un colpo di testa di Bellucci. Spalletti prova a cambiare: toglie un deprimente Mancini e inserisce Giuly, e poi è costretto a inserire Brighi al posto di un claudicante Cassetti. La scelta del folletto francese si rivelerà felice. Cala un po’ il ritmo, e la Roma al primo serio tiro in porta trova il gol. Alla mezz’ora, corner di Pizarro e deviazione vincente di testa di Panucci, di nuovo in gol a Marassi dopo la sfida con il Genoa. E’ un gol pesantissimo, che capovolge gli equilibri: la Samp accusa notevolmente il colpo, e il monologo diventa giallorosso. Al 33’ contropiede di Giuly, che serve Vucinic, ma il montenegrino si fa respingere il tiro da Mirante. Il raddoppio arriva comunque un minuto dopo, ed è firmato da Pizarro con un gran destro dal limite dell’area. Cassano viene sostituito con Bonazzoli e innesca la polemica con Mazzarri. Al 40’ la Roma trova anche il terzo gol, con una splendida combinazione Giuly-Vucinic-Cicinho: è il brasiliano a infilare ancora Mirante. Nel finale, qualche minuto per Aquilani al posto di Pizarro.

Il risultato è assolutamente bugiardo: la Samp ha avuto almeno sei occasioni da gol nettissime, e la Roma, fino al gol, è stata praticamente inesistente, salvata unicamente da uno straordinario Doni. Nel finale, però, i giallorossi hanno mostrato quel cinismo mancato per tutta la stagione. Secondo posto ipotecato.

 

Simone Luciani

Sampdoria: Mirante, Gastaldello, Sala, Accardi, C. Zenoni (29' st Delvecchio), Sammarco (40' st Montella), Palombo, Franceschini, Pieri, Cassano (35' st Bonazzoli), Bellucci. A disp.: Fiorillo, Miglionico, Ziegler, Volpi. All. Mazzarri.Roma: Doni, Cassetti (23' st Brighi), Mexes, Panucci, Tonetto, De Rossi, Pizarro (39' st Aquilani), Cicinho, Perrotta, Mancini (9' st Giuly), Vucinic. A disp: Curci, Antunes, Unal, Esposito. All. Spalletti

Marcatori: 30’ st Panucci, 34’ st Pizarro, 40’ st Cicinho.

 

Arbitro: Saccani di Mantova.

 

Note: nessun ammonito. Spettatori 24.312.

[04-05-2008]

 
Lascia il tuo commento