Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Concerto del primo maggio

musica e festa dalle 15:00

un'edizione precedente del concerto

Manca ormai poco al concerto del primo maggio, in piazza San Giovanni si stanno ultimando gli ultimi preparativi. Un fronte-palco di circa novanta metri contornato da un sistema di illuminazione grafica farà da sfondo a un evento che, secondo gli organizzatori, si preannuncia più suggestivo del solito. Grazie anche alle riprese, quest’anno per la prima volta in alta definizione e che i sindacati vorrebbero trasformare in un dvd i cui proventi della vendita confluiranno nella raccolta fondi sulle morti bianche. Dieci le telecamere che permetteranno ai telespettatori di seguire il concerto anche da casa, in diretta dalle 15.15 su Raitre, e di vedere i cantanti più da vicino grazie alla "Fly Camera" che passerà sopra il pubblico per entrare direttamente all’interno del palco.

Gli operai sono ancora al lavoro per ultimare un impianto scenico di ben 200 metri, mentre Claudio Santamaria, si prepara con qualche paura ad affrontare la sua "prima volta" in veste di conduttore e musicista. L’attore infatti, come omaggio al ’68, si esibirà sul palco accanto a Federico Zampaglione, proponendo una versione inedita di While my guitar weeps, brano storico dei Beatles. Tra i contributi quello di Piero Pelù (primo "big" a esibirsi nel pomeriggio) con Revolution, Bisca e Enrico Capuano con Bella Ciao, Baustelle e Irene Grandi con L’albero di 30 piani e Tricarico con La situazione non è buona, il brano che il giovane autore ha scritto per l’ultimo album di Adriano Celentano, al quale il concertone tributa quest’anno un omaggio particolare per i suoi 70 anni. Ad aprire lo spettacolo il musicista romano Marco Conidi, che introdurrà sul palco i tre vincitori di Primo Maggio tutto l’anno, il concorso per artisti emergenti che permetterà ai Chiazzetta NC, Jang Senato e Jolaurlo di esibirsi per la prima volta di fronte al grande pubblico.

Domani il concerto non sarà l'unico evento culturale, saranno infatti aperti i musei del Polo Mussale romano: in particolare, la Galleria Spada dalle 8.30 alle 13.30, la Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini dalle 8.30 alle 19.30, il Museo Nazionale di Palazzo Venezia dalle 8.30 alle 19.30, il museo di Castel Sant’Angelo dalle 8.30 alle 13.30. Aperta anche la mostra su Sebastiano del Piombo a Palazzo Venezia, dalle 10.00 alle 22.00.

[30-04-2008]

 
Lascia il tuo commento