Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno sulla questione rifiuti

visita al Parco della Marcigliana

Per parlare di raccolta differenziata, discariche abusive, termovalorizzatori ed emergenza rifiuti, il candidato a Sindaco Gianni Alemanno questa mattina ha organizzato per i giornalisti una visita al Parco della Marcigliana, una delle tante zone protette di Roma danneggiate proprio dal fenomeno delle discariche abusive.

Sul posto a fare pulizia alcuni volontari per dimostrare, forse, che qualcosa si può e si deve fare.

Per il Candidato del Pdl, la responsabilità dell’emergenza che incombe su Roma, va attribuita alle Giunte Rutelli e Veltroni che non si sarebbero interessate seriamente al problema dei rifiuti urbani. Il quadro da lui delineato parla di Roma come del più grande produttore italiano di rifiuti solidi urbani, un primato che non deriverebbe solo dal maggior numero di abitanti, ma anche dalla superiore produzione pro capite. Ed ecco la ricetta di Alemanno per gestire la montagna di rifiuti, da 1 milione e 800mila tonnellate, prodotti ogni anno nella capitale.

"Questo non e' un caso isolato - ha detto Alemanno di fronte al cumulo di rifiuti - sono numerose le discariche a cielo aperto in aree protette di Roma. E' un esempio di quello che potrà accadere quando sarà esaurita la discarica di Malagrotta, si rischia l'emergenza rifiuti come in Campania". Il candidato del Pdl ha quindi elencato alcune linee del programma per i rifiuti: dalla creazione di un'Authority regionale, all'incremento "della raccolta differenziata che a Roma - ha detto - e' al 16%, una percentuale esigua se confrontata con Torino dove supera il 39% e con Milano, dove si attesta al 30%". Alemanno ha anche parlato della necessità di "utilizzare lo strumento porta a porta" per incentivare la raccolta differenziata e dell'esigenza di promuovere una "campagna di informazione nelle scuole per ridurre al minimo i rifiuti - ha detto - e per cambiare la cultura ambientalista". "Bisogna realizzare tutti gli impianti previsti nel piano regionale - ha aggiunto il candidato sindaco - verificando che questi corrispondano alle esigenze".

 
TAG: rifiuti
 

[22-04-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE