Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Vandali al circolo Mario Mieli

spedizione punitiva nell'associazione omossessuale di via Efeso

Circa quindicini ragazzi tra i 20 e i 25 anni hanno fatto irruzione in via Efeso 2/a mettendo a soqquadro l'ingresso dell'associazione, rovesciando scrivanie, estintori, divano, quadri e il materiale informativo dell'associazione culturale Mario Mieli. Solo grazie all'intervento dei soci presenti al primo piano, i vandali si sono allontananti gridando insulti come "Froci di merda" ed inneggiando al Duce e ai campi di sterminio.

"Il circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli - conclude la nota diffusa dalla stessa associazione- si augura che questo sia stato solo un episodio isolato, anche se grave, e che non si tratti invece di un'azione 'programmata', una sorta di 'spedizione pilotata' che potrebbe riproporsi in futuro e che metterebbe a rischio le attività del circolo Mario Mieli (che opera nella capitale da 25 anni) e l'incolumità e la sicurezza delle persone all'interno dell'associazione".

Immediata la reazione della politica. Rutelli, arrivato sul posto, ha stigmatizzato subito l'accaduto. "Un fatto inquietante - l'ha definito il presidente della Regione Marrazzo - che non aiuta certo a rasserenare gli animi. L'aggressione di stampo neofascista al circolo Mario Mieli deve trovare una netta condanna da tutti gli ambienti politici della Capitale". Anche Alemanno, candidato del Partito delle libertà al Campidoglio è intervenuto commentando l'accaduto: "Si tratta di un gesto intollerabile. Condanno ogni forma di teppismo e esprimo la mia solidarietà al circolo".

[17-04-2008]

 
Lascia il tuo commento