Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma di prepotenza

Grande vittoria a Udine, ma l'Inter resta a 4 punti. Buon rientro di Totti.

Una vittoria autorevole, una grande Roma dopo l’uscita dalla Champions. In tanti pensavano a un calo fisico e mentale, invece i giallorossi hanno risposto alla grandissima, sia dal punto di vista del gioco che dal punto di vista del carattere.Juan si infortuna durante il riscaldamento, e Spalletti è costretto a rimediare con Panucci dal primo minuto. Dall’inizio anche Vucinic per Mancini (il suo futuro è sempre più lontano da Roma). La prima occasione seria è per la Roma al 9’: destro violentissimo su punizione di Totti dai 30 metri e respinta di Handanovic. Il portiere dell’Udinese è costretto due minuti dopo a un’uscita fuori kamikaze su Perrotta, con palla che resta nei pressi e Totti che finisce a terra per un intervento (regolare) di Lukovic. Al 16’ ancora Handanovic esce fuori dall’area su Totti ma pasticcia con un difensore: il pallonetto di Taddei a porta vuota è però fuori misura. La Roma fa possesso di palla, mentre l’Udinese prova (molto timidamente) a uscire in contropiede. A metà gara grande inserimento di Vucinic che prova in acrobazia d’esterno a infilare Handanovic, ma la palla è fuori. Al 26’ leggerezza di Mexes, che con un retropassaggio rischia di favorire Di Natale, ma Doni è pronto in uscita bassa. Dopo una punizione di D’Agostino che sfiora il palo, l’occasione più grande del primo tempo per l’Udinese è al 33’: su azione di corner, colpo di testa di Quagliarella e salvataggio sulla linea di Taddei. Al 38’ ancora buona trama della Roma, con Vucinic che fa da sponda per Perrotta, il cui destro dal limite viene ben bloccato da Handanovic. E’ l’ultima emozione del primo tempo.

 

Nella ripresa, però, l’inizio degli uomini di Spalletti è pessimo. Prima Tonetto regala un pallone clamoroso a Di Natale, che si presenta a tu per tu con Doni: il portiere brasiliano respinge alla grande. Poi, il gol dei padroni di casa: cross teso di Dossena e Panucci in ritardo consente a Di Natale di infilare Doni. Segue una sfiorata rissa tra Panucci e Doni, separati da Mexes. I segnali di nervosismo sono fortissimi, e coinvolgono anche Francesco Totti (apparso in ottime condizioni): il capitano ha sul piede il pallone del pareggio in piena area, va a colpo sicuro e spara alto. A quel punto, Totti si scaglia contro l’arbitro Rizzoli, colpevole a suo dire di averlo ostacolato. Escono anche vaffa a ripetizione, e Rizzoli grazia il capitano limitandosi al giallo. La reazione della Roma è comunque veemente. Al 10’ tiro dal limite di De Rossi respinto da Handanovic, sulla ribattuta arriva Totti che spara largo da posizione comunque defilata. Brutti presagi compaiono nella mente dei romanisti quando Coda, per respingere un cross di Cicinho, manda sul palo della propria porta, che comincia ad apparire stregata. In più, l’Udinese trova spazi in contropiede, e Pepe al 16’ penetra in area e spreca con un brutto cross. Invece, al 19’ arriva il pareggio: grandissimo pallone di Pizarro in area per Vucinic, che controlla di petto e infila il portiere dell’Udinese. Spalletti, intanto, ha messo Giuly per Perrotta. Dopo un tiro dal limite di Di Natale respinto da Doni con i pugni, al 25’ arriva il vantaggio giallorosso: De Rossi anziché tirare dai 25 metri allarga benissimo per Taddei, che dribbla un difensore e disegna un diagonale di sinistro strepitoso, che entra di precisione. Da questo punto in poi, l’Udinese svanisce definitivamente dal campo, e la Roma (anche grazie al cambio di Spalletti, che rinforza il centrocampo con Brighi per Totti) controlla e riparte in contropiede. Pizarro sfiora il gol con un destro da posizione defilata respinto da Handanovic, mentre il gol che chiude il match arriva al 90’ con Giuly: gran contropiede e combinazione Vucinic-Brighi, con quest’ultimo che serve il francese che, a tu per tu col portiere bianconero, infila di sinistro. Qualche minuto finale per Antunes, al posto di Vucinic.

 

La grande gara non serve ad accorciare le distanze dall’Inter, che risponde bene con la Fiorentina, accorciando la strada che separa i nerazzurri dallo scudetto. Nonostante questo, la Roma ha il dovere di crederci, anche perché ora i giallorossi sono attesi da due prove interne sulla carta piuttosto semplici. Staremo a vedere.

 

Simone Luciani

 

Udinese: Handanovic, Zapotocny, Coda, Lukovic, Ferronetti (35' st Zapata), D'Agostino (38' st Pinzi), Inler, Dossena (32' st Floro Flores), Pepe, Quagliarella, Di Natale. A disp.: Saulo, Colombo, Isla, Eremenko. All: Marino Roma: Doni, Cicinho, Mexes, Panucci, Tonetto, De Rossi, Pizarro, Taddei, Perrotta (17' st Giuly), Vucinic (47' st Antunres), Totti (31' st Brighi). A disp.: Curci, Esposito, Mancini. All: SpallettiArbitro: Rizzoli di BolognaMarcatori: 7’ st Di Natale, 19’ st Vucinic, 25’ st Taddei, 45’ st Giuly.

Note: spettatori 18.000 circa. Ammoniti: Dossena, Taddei e Pepe per gioco falloso; Totti per proteste.

[13-04-2008]

 
Lascia il tuo commento