Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidente Metrò: Il Convoglio Sarebbe Passato col Rosso. "Via Libera al Macchinista"

Il convoglio che ha causato il disastro nella metropolitana di Roma sarebbe passato con il semaforo rosso, ma il macchinista avrebbe avuto l' ok direttamente dalla sala controllo che gestisce il traffico della metropolitana. E' quanto rivela la registrazione di una comunicazione intercorsa tra il macchinista ferito e il personale della sala. La registrazione è stata sequestrata dalla polizia. La notizia, clamorosa, viene dall'Ansa. E spiegherebbe i molti misteri di questo disastro che poteva costare molto di più in termini di vite umane. Secondo quanto registrato nella conversazione di questa mattina, in sostanza, il macchinista avrebbe rilevato "un notevole intasamento" del traffico delle metropolitane chiedendo se doveva fermarsi o proseguire il viaggio. A questo punto gli sarebbe stato risposto in gergo tecnico di "andare a vista", procedendo cioè ad una velocità moderata di massimo 15 chilometri orari passando eventualmente anche con il rosso ma, procedendo per "snellire il traffico". Unica cautela in questa procedura - è stato fatto notare - è affidata alla massima attenzione del macchinista che aziona i freni in caso di improvviso pericolo. La dinamica del disastro, infatti, è parsa subito molto strana. L'errore umano del macchinista è praticamente impossibile sui convogli moderni (e nuovissmi) come quello che si è schiantato contro l'altro treno fermo a Piazza Vittorio. Se anche il guidatore non avesse visto il rosso, o avesse avuto un malore, il treno si sarebbe fermato nel tempo di 6 secondi dalla partenza. Dunque, il macchinista Angelo Tomei (5 anni di esperienza, considerato molto affidabile) può essersi mosso solo volontariamente dopo aver ricevuto un input sbagliato e fuorviante come quello di cui alla registrazione.
 
 

[17-10-2006]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE