Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La maledizione

La Roma spreca, il Mancester segna: giallorossi a un passo dall'eliminazione.

E’ difficile spiegare questa partita. E’ difficile perché è una partita che si poteva vincere. E invece si è persa. Malamente, per giunta. La Roma ha giocato, ha creato, ha soprattutto sprecato. Il Manchester, prima del finale (poco indicativo, vista la dinamica della gara), si è affacciato due volte nell’area giallorossa, e per due volte ha fatto centro. Sfruttando generosi regali difensivi.

 

Il primo tempo è piuttosto noioso. Il Manchester, senza Giggs e Tevez, pensa soprattutto a contenere, e lo fa con estremo ordine. La Roma tiene di più il pallone ma non trova spazi. Unico sussulto, al quarto d’ora, con un colpo di testa di Panucci su calcio d’angolo alto di poco. Non fai in tempo a dire che Cristiano Ronaldo non sembra in serata, che la zampata, gelida come una coltellata alle spalle, arriva: al 39’ Scholes viene pescato in area, cross arretrato e inserimento vincente dell’esterno, di testa, dimenticato da Taddei. Un minuto dopo, Vucinic (molto lavoro ma poca precisione) si libera in area, complice un blocco di Aquilani, schierato da trequartista, ma a tu per tu con Van der Sar da posizione defilata prova un improbabile esterno che si perde a lato.

 

Nel secondo tempo la Roma è più decisa, e spreca l’impossibile. Al 5’ affondo di De Rossi in area, tocco arretrato per Tonetto che spara un sinistro da posizione molto favorevole che non centra la porta. Due minuti dopo, l’occasione sciupata è clamorosa: Mancini libera Panucci nell’area piccola, ma il difensore al volo spara un sinistro in curva. E’ il segnale che la serata è negativa, anche dal punto di vista della fortuna. La conferma arriva al 18’, quando ci si mette anche Van der Saar: l’olandese compie un miracolo su un colpo di testa di Vucinic, su azione di corner. Implacabile, arriva il raddoppio. E arriva nel peggiore dei modi. Al 21’, Park rimette in mezzo un pallone su cui Doni compie un doppio errore, prima battezzando il pallone il pallone fuori dalla portata dell’inglese, e poi lasciandosi sfuggire il successivo cross. La palla danza nell’area piccola e un incredulo Rooney mette dentro a porta vuota. A questo punto, interviene lo sbraco più che prevedibile nelle fila giallorosse, con il Manchester che sfiora il terzo gol prima con Cristiano Ronaldo, che colpisce il palo dopo una deviazione di Doni e poi con un tiro dal limite di Carrick che a lato di pochissimo. I cambi di Spalletti sono vani: dopo Giuly per Taddei già dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa, il tecnico toscano ci prova con Cicinho per Tonetto (insolitamente impreciso nei cross) e con Esposito per Aquilani. Entrambi non hanno impatto sulla gara, che ha comunque perso di senso con il secondo gol. Si conclude con la Roma che fa il conto alla rovescia per evitare danni ulteriori.

Una partita maledetta, una serata maledetta, una sfida maledetta. La Roma è quasi fuori dalla coppa, con dignità per il gioco espresso ma anche con tante colpe, soprattutto in fase conclusiva. Gli assenti hanno pesato eccome, ma non bastano a giustificare il fatto di non aver nemmeno segnato. Ora c’è da rialzarsi, e subito: al miracolo nella gara di ritorno non crede nessuno, ma c’è un campionato che è aperto e che deve essere giocato con una rabbia mai vista.

Simone Luciani

Roma: Doni, Cassetti (dal 23’ s.t. Cicinho), Mexes, Panucci, Tonetto, De Rossi, Pizarro, Taddei (dal 14’ s.t. Giuly), Aquilani (dal 31’ s.t. Esposito), Mancini, Vucinic. A disp.: Curci, Ferrari, Antunes, Brighi. All. Spalletti.Manchester United: Van der Sar, Brown, Ferdinand, Vidic (dal 33’ p.t. O’Shea), Evra, Carrick, Park, Scholes, Anderson (10’ s.t. Hargreaves), Rooney (dal 39’ s.t. Tevez), Cristiano Ronaldo. A disp.: Kuszczak, Piquè, Silvestre, Giggs. All. Ferguson.

Arbitro: De Bleeckere (Belgio).

Marcatori: 39’ pt Cristiano Ronaldo, 21’ st Rooney.

Note: stadio tutto esaurito. Ammoniti: Anderson, Pizarro, Mexes.

[01-04-2008]

 
Lascia il tuo commento