Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Volley maschile
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Volley romano » Volley maschile
 
 

Roma regina della Coppa Cev


Noliko Maaseik – M.Roma Volley 0-3
(23-25, 18-25, 22-25)
Noliko Maaseik: Derkoningen (L), Siltala, Holubec 5, Van Dijk 4, Cundy 9, Schrijvers, Van De Loo 7, Blairon, Pinheiro 2, Van Decraen 5, Wiebel 2, Van Walle 2. All: Vital Heynen
Battute sbagliate: 7 Ace: 2 Muri: 6
M.Roma Volley: Mastrangelo 8, Henno (L), Savani, Coscione 2, Tofoli, Marshall 11, Molteni 8, Hernandez, Kooistra 8, Miljkovic 15, Semenzato, Romero. All: Roberto Serniotti
Battute sbagliate: 17 Ace: 4 Muri: 8
Durata set: 27’, 25’, 30’.
Arbitri: Gerothodoros, Hefti

Quel “qualcosa di ingombrante in bacheca” di cui tanto parlava massimo Mezzaroma finalmente è arrivato. In un Palazzetto straripante la M.Roma ce la fa, alza quella Coppa tanto desiderata, tanto sudata e fa esplodere quella gioia che finora era sempre stata costretta a mantenere soffocata.
Serniotti mette in campo la formazione delle ultime gare: Coscione in regia con Miljkovic opposto, Mastrangelo e Kooistra al centro, Molteni e Marshall martelli, con Henno libero. I belgi del Noliko rispondono con Holubec, Van Dijk, Cundy, Van De Loo, Pinheiro, Wiebel, con Derkoningen libero.
Avvio di gara subito adrenalinico, ma anche molto equilibrato. Le due squadre non perdono tempo a studiarsi ma partono forte in tutti i fondamentali; entrambe picchiano dai nove metri e sotto rete non si risparmiano i colpi. Con un ottimo gioco di squadra la M.Roma riesce a guadagnare qualche break di vantaggio sugli avversari, raggiungendo per prima quota 16 (16-13). La tensione però è talmente tanta che qualche errore scappa; sono proprio un paio di distrazioni in fase offensiva dei romani che, al rientro dal secondo t.o.t., aiutano infatti i belgi a conquistare la parità a quota 16. Si prosegue in equilibrio per qualche scambio, poi sono due muri belgi e qualche decisione arbitrale discutibile a dare il più due a Van De Loo e compagni per il 23-21. Al cardiopalma gli ultimi scambi del primo set. Sono ben quattro gli errori consecutivi in attacco del Noliko, che consegnano il primo set nelle mani della squadra di casa.
Ancora grande equilibrio nei primi scambi del secondo parziale, con una tensione da tagliare col coltello. Ottimo il lavoro a muro dei padroni di casa che più di una volta bloccano la strada ai belgi, rendendogli complicata la vita sotto rete; molto importante anche il muro passivo dei romani, che permette loro di rigiocare e mettere a segno palloni importanti. Avanti 8-5 alla prima sospensione tecnica, la M.Roma continua ad aggredire gli avversari che, sempre più intimoriti, arrivano al secondo t.o.t. sotto di 6. Il gruppo verde-nero sembra sempre più compatto, solido, impenetrabile. Il Noliko lo sa, se ne accorge, ma non riesce a controbattere a dovere; cede così anche il secondo set nelle mani degli avversari, con il rassicurante punteggio di 18-25.
Più equilibrato il gioco nei primi scambi del terzo set, anche se il Noliko continua a giocare in difesa. Un po’ troppo fallosa invece la M.Roma, che spreca delle ottime occasioni di contrattacco e consente al Noliko il vantaggio al primo tempo tecnico (8-7). Al rientro in campo però i romani ritrovano subito la concentrazione riconquistando immediatamente il più 2 di vantaggio (9-11) che riescono poi a mantenere fino al secondo t.o.t.. Per dare una scossa ai suoi Heynen prova a cambiare le carte in tavola, tentando diverse soluzioni, ma senza ottenere l’effetto sperato. Roma mantiene il più 3, resiste, lotta su ogni cambio palla e alla fine ce la fa. Un attacco out dei belgi fa esplodere il Palazzetto per il 25esimo punto di Roma. 25-22, 3-0 e la M.Roma alza la Coppa.

Giulia Sampognaro

[01-04-2008]

 
Lascia il tuo commento