Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trattativa Sindacati - Air France

decisione rimandata, lavoratori occupano i binari

E’ slittato di un altro giorno il confronto tra i potenziali acquirenti di Alitalia e i sindacati previsto per questa mattina alle 12 nella sede di Magliana. A comunicarlo ai sindacati è stata la stessa compagnia indicando come ragione la necessità di un approfondimento. L’incontro verrà recuperato domani, ma intanto la tensione continua a salire e oggi c’è stata una vistosa azione dimostrativa. Nelle prime ore del pomeriggio i binari della linea ferroviaria Roma- Fiumicino nella stazione di Muratella sono stati occupati per alcuni minuti da un gruppo di lavoratori.

Si tratta dei dipendenti appartenenti ai settori Call Center, Informatica e Amministrativo che hanno partecipato ad una mobilitazione organizzata dalla Cub, la Confederazione Unitaria di Base. La protesta, scrive la Cub in un comunicato, andrà avanti, fino a quando non ripartiranno le trattative dei sindacati con Air France. La confederazione rivendica nel documento anche il diritto di partecipazione al tavolo per il suo forte radicamento nel settore.
La mobilitazione è partita questa mattina con una assemblea preso il centro direzionale di Magliana. All’interno della sede i dipendenti hanno anche dato vita ad un corteo a cui è seguita una nuova assemblea in piazza con lavoratori di altri settori che si è poi tramutata nella marcia che ha bloccato la stazione ferroviari di Muratella. La Cub si oppone agli esuberi previsti nel piano di Air France- Klm. Ben 2000 nei settori Call Center, Informatica e Amministrativo.

L’accordo con i sindacati doveva essere raggiunto entro il 31 marzo, poi il termine è slittato al 2 aprile. Nell’incontro avvenuto ieri La Uil aveva abbandonato il tavolo. Oggi, dal segretario generale Luigi Angeletti, è arrivato un segnale di apertura con la disponibilità a sedersi nuovamente se Air France modificherà il piano industriale alla voce esuberi.

 
 

[01-04-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE