Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rassegna stampa estera
 
» Prima Pagina » Roma nel mondo » Rassegna stampa estera
 
 

Roma-Manchester, i fans inglesi temono la carneficina

Un tifoso accoltellato al Sun: ''Lý qualcuno morirÓ''

di Simone Chiaramonte

"Non tornerò a Roma, penso che qualcuno finirà per essere ucciso". Queste le dichiarazioni del supporter inglese Stephen Fitzsimons, selvaggiamente accoltellato all'inguine nei quarti di finale dello scorso anno all'esterno dello stadio Olimpico. Il quotidiano inglese The Sun, che riporta l'intervista, ricostruisce così gli avvenimenti: "I fans dei Reds prima furono attaccati dagli hooligans romanisti fuori dallo stadio, poi vennero picchiati dalla veemente polizia antisommossa". Alla testimonianza allarmante del tifoso fanno eco i commenti dei lettori del tabloid: qualcuno si chiede perchè la Uefa in questa occasione non abbia preso seri provvedimenti contro il calcio italiano, come accadde in passato contro i club inglesi. Altri, in quanto a violenza, equiparano i tifosi italiani a quelli turchi, suggerendo di stare lontani da competizioni che si svolgano in questi due Paesi.

La Roma, ricorda il Sun, ha già ospitato il Manchester United quest'anno nei gironi eliminatori, senza che ci fossero spargimenti di sangue. Gli esperti inglesi ritengono tuttavia che la tensione nel match di andata di martedì 1 aprile sarà molto alta, trattandosi di uno scontro ad eliminazione diretta.
La stessa preoccupazione appare condivisa dall'associazione dei tifosi del Manchester, indipendente dalla società sportiva, che ha addirittura pubblicato sul sito un vademecum da utilizzare a Roma: stare lontani da Campo de' Fiori, non prendere la metro per piazzale Flaminio e non usare il ponte Duca d'Aosta. Il sito suggerisce addirittura di "trattare la polizia romana e gli ultras con uguale cautela", mettendo inoltre a disposizione dei tifosi una troupe di avvocati in caso di arresto.

Ai timori diffusi si aggiungono in ultimo anche le dichiarazioni ufficiali del Manchester, attraverso le parole dell'allenatore Alex Ferguson: "Al di là del calcio, la mia più grande preoccupazione è per i fans".

LEGGI ARTICOLO SU THE SUN

 
 

[30-03-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE