Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma spreca

A Cagliari un mare di occasioni buttate: finisce 1-1.

Totti

Sprecare, sprecare, sprecare. Così la Roma ha buttato via i tre punti a Cagliari. Da un lato rinviando l’avvicinamento all’Inter. Ma dall’altro anche dimostrando di essere ben in salute per la doppia sfida col Manchester e per l’inseguimento al vertice che, comunque, continua.

Fuori gli squalificati De Rossi, Perrotta e Vucinic e l’infortunato Juan, dentro Ferrari in difesa, Brighi a centrocampo e Giuly sulla trequarti. L’inizio dei giallorossi è da brivido. Subito un’occasione per Fini, che si trova a concludere in piena area, costringendo Tonetto a un grande salvataggio in scivolata. Al 2’, corner per il Cagliari, tocco maldestro in area di Ferrari e Doni è battuto. L’ondata di terrore finisce con un’occasione per Foggia, a tu per tu con Doni, ma il suo pallonetto finisce alto. La Roma si scuote, e dopo 10 minuti si fa viva dalle parti di Storari, che risponde bene a un gran tiro da fuori di Giuly. Ancora un tiro da fuori al 16’, stavolta di Pizarro, con palla di poco alta. Al 22’, invece, grande azione dei giallorossi, con spizzata di testa di Totti in area, liscio di Giuly che manca la girata ma favorisce Mancini, che da due passi spara clamorosamente alto. Due minuti dopo ancora Mancini, stavolta con un grande spunto personale, colpisce il palo con un tiro dai 16 metri. Alla mezz’ora, ancora Giuly si gira in area e calcia di sinistro, con Storari che risponde ancora. Al 32’, un Cagliari comunque sempre pimpante (complice una giornata no della difesa giallorossa) sfiora il raddoppio con un colpo di testa di Canini su azione di corner, con palla sull’esterno della rete. Il finale di tempo è un assedio della Roma. Al 42’ Ferrari colpisce di testa, anche lui su azione di corner, da pochi metri, con palla alta. Il pareggio (strameritato) arriva all’ultimo minuto, con una punizione da 30 metri di Totti che beffa Storari (stavolta non perfetto).

Nel secondo tempo, la trama non cambia, con l’assedio della Roma che prosegue. Al 4’, Mancini in mischia appoggia al limite per Giuly, che a botta sicura conclude troppo centralmente. Spalletti (pensando anche al Manchester) sostituisce Tonetto con Cassetti. Al 21’, ancora Giuly conclude dal limite in mezza girata, con palla che sfiora il palo. Dall’altra parte, un paio di spunti di Acquafresca, che però non impegna mai seriamente Doni. Al 28’, dentro Aquilani, che rileva Brighi e sfiora subito il gol di testa, con palla a lato di poco dopo un bel cross di Cicinho. Al 32’ ancora Aquilani sfiora il gol, concludendo di tacco dall’area piccola un’azione in velocità della Roma: Storari risponde di piede. Nel finale spazio per l’ex Esposito al posto di un Taddei piuttosto spento. Al 38’ Totti appoggia ancora per Cicinho, che dal limite spara alto. L’occasione più clamorosa è però proprio per il capitano, che al 40’ viene servito da Mancini con un cross che scavalca Storari, ma Totti di testa schiaccia ed esalta ancora il portiere del Cagliari, che respinge con il piede.

Dopo i primi dieci minuti, è stato un autentico tiro al bersaglio della Roma, ai limiti del grottesco. E’ incredibile che i giallorossi non siano riusciti a segnare. Tuttavia, la squadra appare molto migliorata rispetto alle ultime uscite (tenendo anche contro che il Cagliari è una delle squadre più in forma del momento). A differenza dell’Inter, che sembra ormai una ex squadra. L’infortunio di Totti non ci voleva, soprattutto in vista della Champions, dove però diversi giocatori verranno recuperati. Insomma, la stagione può riservare piacevoli sorprese.

 

Simone Luciani

 

Cagliari: Storari, Pisano, Lopez, Canini, Agostini, Fini, Cossu (35’ st Del Grosso), Parola, Jeda, Foggia (29’ st Biondini), Acquafresca (37’ st Matri). A disp.: Capecchi, Magliocchetti, Ferri, Larrivey. All.: Ballardini.

Roma: Doni, Cicinho, Ferrari, Mexes, Tonetto (9’ st Cassetti), Brighi (28’ st Aquilani), Pizarro, Taddei (35’ st Esposito), Giuly, Mancini, Totti. A disp.: Curci, Panucci, Antunes, Pit. All.: Spalletti.

Arbitro: Saccani di Mantova.

Marcatori: 2’ pt Ferrari (aut.), 45’ pt Totti.

Note: spettatori 20 mila circa. Espulso al 41’ st Ballardini. Ammoniti Tonetto, Pizarro, Cicinho, Storari, Cassetti.

[30-03-2008]

 
Lascia il tuo commento