Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Settimana della cultura

fino al 31 marzo oltre 1800 appuntamenti

“Una festa per tutti” questo lo slogan della decima edizione della "Settimana della cultura" che apre le sue porte il 25 marzo prossimo. Fino al 31 del mese oltre 1800 saranno gli appuntamenti sparsi in tutta Italia.

I cittadini potranno, così, aderire gratuitamente ad una moltitudine di eventi tra cui, mostre, visite guidate, concerti, spettacoli e proiezioni cinematografiche promosse dal ministero per i beni e le attività culturali, che ogni anno rinnova l’appuntamento settimanale con la cultura, in collaborazione con i vari musei nazionali, le varie regioni italiane nonché con l’aiuto di enti locali, istituzioni pubbliche e private e gli istituti italiani di cultura all’estero.

Per sette giorni la cultura italiana è in vetrina, una grande festa diffusa sull’intero territorio nazionale, in cui tutti i luoghi d’arte statali come musei, aree archeologiche e monumenti saranno aperti gratuitamente al pubblico. In particolare a Roma, sono previste, a cura del mibac le seguenti aperture straordinarie: la Galleria Nazionale d’arte moderna e d’arte antica e le terme di Caracalla. L’Ara Pacis, il palazzo delle esposizioni e i musei capitolini saranno aperti anche di sera, mentre al complesso del vittoriano sarà possibile visitare la mostra “Renoir, la maturità tra classico e moderno” dalle 19.00 a mezzanotte, al solo costo di 3 euro per il biglietto d’ingresso. Un altro grande evento riguarda la nuova sede espositiva della mostra “Nostoi, capolavori ritrovati”, che dopo il successo avuto al Palazzo del Quirinale si trasferisce dal 30 marzo a palazzo fontana de Trevi. Ma la settimana della cultura nella capitale non termina qui.

Il centro sperimentale di cinematografia dal 26 fino al 30 marzo promuove la mostra fotografica “a scuola di cinema” il cui ingresso è gratuito. Sempre gratuitamente sarà possibile ammirare, attraverso visite guidate, i capolavori di Caravaggio, Guercino, e pietro da Cortona nella pinacoteca capitolina, presso i musei capitolini. E per chi vuole godere la bellezza del paesaggio romano, sperando in giornate serene, potrà navigare lungo il tratto del Tevere tra l’isola tiberina e il ponte Cavour, attraversando così il centro storico di Roma godendo di aree di grande interesse paesaggistico, storico e archeologico. E in ultimo ma non per questo meno importante, il 27 marzo prossimo il Fai, fondo per l’ambiente italiano, saluterà l’approvazione da parte del consiglio dei ministri del nuovo codice dei beni culturali e del paesaggio.

[21-03-2008]

 
Lascia il tuo commento