Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indagini omicidio Sandri

altra testimonianza contro il poliziotto

“Quel colpo non è stato sparato in aria, la pistola era puntata orizzontalmente, ad altezza d’uomo, e quel poliziotto la teneva impugnata con tutte e due le mani”.

Recita così la quarta testimonianza di chi, oltre alla guida giapponese, alla cassiera dell’autogrill di Badia del Pino, e ad uno degli amici di Gabriele Sandri, avrebbe assistito alla sparatoria dello scorso 11 novembre sull’autostrada A1.

A puntare il dito contro il poliziotto, Luigi Spaccarotella, accusato di omicidio volontario, un rappresentate di commercio, quarto supertestimone, il cui racconto, ancora tutto da confermare, è stato messo agli atti dalla procura di Arezzo nel procedimento per l’omicidio Sandri. Pronta la replica di Spaccarotella, che fin dal primo giorno ha sempre sostenuto la propria innocenza continuando a ripetere che quel colpo di pistola è partito accidentalmente e che non ha sparato in direzione della Renault Mégane nella quale era seduto Gabriele Sandri.

E mentre le indagini proseguono, domani si giocherà, il derby Roma-Lazio, in memoria del giovane romano ucciso. All’olimpico, in curva sud sarà presente il padre di Gabriele e il fratello Cristiano che solo ieri, è tornato a difendere la memoria di Gabriele, intaccata anche da un provvedimento della magistratura che lo scorso 27 febbraio ha portato in carcere 16 persone di estrema destra tra cui il ragazzo che guidava l’auto dove Gabriele è morto: “mio fratello non era un’estremista amava il calcio, la musica, ed ora una giustizia terrena gli è dovuta, perché tutti devono assumersi le proprie responsabilità senza figli o figliastri”. Concorde con le parole del fratello di Gabriele, Cristiano, anche il capo della polizia Antonio Manganelli per il quale “Gabriele era sì un tifoso ma ben lontano dal mondo dell’estremismo eversivo”.

[18-03-2008]

 
Lascia il tuo commento