Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trenta anni fa il rapimento Moro

a via Fani il ricordo dei familiari

Terroristi abbiate il corraggio di dire la verità: nel giorno del 30esimo anniverario dell’eccidio di via Fani, la signora Agnese figlia di Aldo Moro si rivolge ai brigatisti che il 16 marzo 1978 rapirono suo padre e uccisero 5 uomini della sua scorta.
A chi le domanda quali siano i sentimenti che l’attraversano nel giorno della commemorazione lei confessa di aver perdonato tutti ma allo stesso tempo chiede quel tipo di giustizia che solo la verita’ puo’ rendere a chi non ha dimenticato.

E a ricordare ieri in via Mario Fani non erano in fondo così tanti. L’abbraccio ai parenti delle vittime non arriva dal popolo ma dai politici di ogni schieramento. Da Franco Marini a Romano Prodi, passando per Rutelli, Veltroni ed Alemanno. Tutti hanno reso omaggio ad Aldo Moro e alla sua scorta composta da Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi.

Per tutti c’è il tempo di una riflessione. Convinzione comune è che il quadro di quegli anni terribili debba ancora essere ricostruito. Per qualcuno invece c’è un’ amara considerazione: quella che il ricordo di aldo moro, padre del compresso storico con l’allora partito comunista italiano, non sia stato custodito come avrebbe meritato.
 
 

[17-03-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE